mercoledì 27 giugno 2012

Un dolce 'rustico' ai profumi del bosco


Persino nella calma apparente di un cielo estivo, può capitare che s'alzi il vento.
Questo soffia sempre più forte, mentre le nuvole nere coprono ogni cosa: è il momento in cui si scatena un uragano. Nessuno è mai pronto a fronteggiarlo, nessuno pensa che da un cielo tanto sereno possa nascere tempesta, all’improvviso.
Siamo sempre pronti a vivere giornate di sole, di pace, di cieli accecanti di luce; ci sembra di non poter cadere mai. Ma l’uragano spezza la sicurezza che spesso ostentiamo e ci mette di fronte a dolori, incertezze, dubbi, paure: ci rende piccoli, minuscoli, impotenti di fronte alla nostra vita, a ciò che non possiamo fare per fermare ciò che la tempesta irruenta porta in essa senza preavviso, senza darci l’opportunità di pensare a come difenderci.
La tempesta in realtà non ci rende piccoli e pieni di insicurezza, non ci rende ciò che non siamo: ce lo ricorda semplicemente. Non siamo esseri dotati di potere e di volontà assoluta, noi abbiamo ciascuno un piccolo posto in questo grande mondo. Non è affatto una cosa brutta o sconvolgente, in fondo la vita ci da a priori l’insegnamento che la migliore delle madri potrebbe dare ad un figlio: imparare ad essere grandi nella nostra piccolezza.
Ci ricorda di essere umili e poi ci insegna come essere forti; ad ogni creatura, dalla più piccola a quella più grande è data la possibilità di mantenere dentro se una sorta di morale, una sorta di senso di giustizia, di valore assoluto: qualcosa che dobbiamo tenere ben stretto perché è qualcosa di così prezioso che la quotidianità, i tempi che corrono, la società -ci vogliono strappare.
I fiori più belli e profumati sono quelli che suscitano più invidie, e cercano sempre di essere sradicati. La vita di quei fiori e’ tanto difficile, perché essere “diversi” comporta molta fatica.
Comporta voglia di combattere.
Cadere e confondersi con il resto della folla è facile. A volte è la via più comoda per evitare di essere ciò che realmente siamo, perché dopo anni di lotta per rendere diverso qualcosa nella nostra vita...capiamo che in realtà la vera lotta non è tanto cambiare ciò che ci è attorno, ma è  evitare che sia ciò che abbiamo attorno a cambiarci.


 <Se ci troviamo in mezzo al buio, l’unico modo per non perderci nell’ombra e’ brillare di quella luce che solo da dentro possiamo irradiare. Una luce fatta di fiducia, soprattutto verso noi stessi e verso le cose oggettivamente buone che sappiamo di portar dentro. Se noi difendiamo i nostri valori, i nostri valori ci difenderanno. In un modo o nell’altro, il buio non prenderà mai il sopravvento.>

Cake alla farina di Kamut integrale, mandorle e frutti di bosco misti

140 gr di farina 00 (Antigrumi Molino Chiavazza)
50 gr di farina di mandorle (o mandorle macinate finemente)
80 gr di farina di Kamut integrale (Baule Volante)
110 gr di zucchero di canna Cassonade (Eridania)
3 uova
200 ml di panna liquida per dolci
1 bustina di lievito
1 limone non trattato (succo e scorza)
sale (un pizzico)
200 gr di frutti di bosco misti (lamponi, more, ribes rossi, mirtilli)

In una ciotola piuttosto capiente miscelare le farine, il lievito e un pizzico di sale. 
Montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto liscio e spumoso. Aggiungere la panna, il succo di limone con la scorza grattuggiata e continuare a frullare per qualche istante.
Aggiungere poco alla volta la miscela di farine e infine aggiungere all'impasto ca.1/3 dei frutti di bosco.
Mescolare e distribuire il composto in uno stampo da plumcake da 30 cm, alternando l'impasto con i frutti di bosco rimasti, fino ad esaurimento.
Cuocere in forno caldo a 175°C per circa 45/50 minuti.

...persa in milioni di pensieri, vi auguro una felice notte. 
E, ovviamente, una buona e 'rustica' colazione. 
Un bacio...

28 commenti:

  1. Chissà se una bella fetta di questa soffice delizia riuscirà a farmi ritrovare la fiducia e luce dentro!!! Se non risolve, di sicuro aiuta :) Che mix favoloso di ingredienti tesoro, un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo desidererei tanto, dolce Fede. Se così fosse, ti regalerei tutto il dolce. :) Sono contenta che ti piaccia.. ogni volta che viene il buio ho voglia di ciò che mi rassicura.. e il bosco non può mancare. Un abbraccio con tanto bene.

      Elimina
  2. ...eppure adoro i temporali estivi,portano una ventata di energia inaspettata!ma che paura quei tuoni....
    Anche io una fetta, se la Fede non se lo mangia tutto eh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio così.. quello che a molti pare un impeto distruttivo ha sempre da insegnare e da donare. 'Una ventata di energia'.. tra paura e nuova voglia di rimettersi in gioco. :) Si.. la Fede te ne lascia un pezzetto, vero? :) Un bacione, sono con te.. ho fiducia in te, Night!

      Elimina
  3. buongiorno mia cara...un po' tardino eh??
    ma sai che fai proprio dei dolci meravigliosi, questo è favoloso e te ne ruberei una fettina, un pezzetto anche per Elsa (lei ama i dolci più della carne).
    Mi è piaciuto tanto quello che hai scritto dei fiori, è proprio vero, quelli più belli hanno la vita più difficile. nell'essere umano è il contrario.
    oggi sono stanchissima e sono ancora sdraiata a letto, ora con calma mi alzo, non sono più abituata a fare le ore piccole (che poi erano solo le 11 di sera).
    Un bacione tesoro e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesorissima, te lo meriti! Resta a letto ancora un po' e poi.. farò trovare a te e ad Elsa una fetta di dolce con una buona spremuta! :D Visto che il tuo drink l'ho bevuto tutto io.. mi faccio perdonare ahah!
      Tu sei una margherita splendida e speciale.. quindi se a volte tutto ti pare difficile sai perchè. :) Ti abbraccio forte con tanto bene, buona giornata Sabi :)

      Elimina
  4. E' vero ogni tanto ci si dimentica di quanto siamo infinitamente piccoli in confronto alla natura!
    Splendido il tuo cake, io adoro i frutti di bosco :)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, che carina che sei! Anche io li amo molto, veramente! :)

      Elimina
  5. Ely, hai un bellissimo blog non ci ero mai capitata.
    Due punti:

    -questo dolce e' favoloso! la combinazione di zucchero di canna, kamut e farina di mandorle con i frutti deve renderlo veramente gustoso. Ma esiste la panna liquida da dolci? ti pareva che non lo sapevo! a forza di vivere qua non so' pui' cosa succede in Italia, menomale che leggo i vostri blogs.

    -a me non dispiace essere cambiata da cio' che e' intorno a me. secondo me fa parte della vita stessa, in costante evoluzione, l'imparare cose nuove ogni giorno, ogni ora, per migliorare, per cambiare idea se l'idea nuova e' migliore. Arricchirsi sia dal punto di vista intellettuale, sia spirituale.

    abbracci e complimenti dinuovo per il tuo blog,
    Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti piaccia! Vieni quando desideri, mi fa tanto piacere averti qui :)
      Per la panna.. io dico solo 'da dolci' perchè c'è anche quella da cucina. Intendo panna fresca, quella che si trova nel banco frigo :)
      Per quanto riguarda ciò che mi hai detto, sono d'accordo con te :D Non mi riferisco infatti alle cose che si possono imparare, spiritualmente o intellettualmente: questo è un 'cambiamento buono'! E ci deve essere! :) MI riferisco ai 'cambiamenti cattivi', ossia quelli che vedono persone ricche dentro e splendide, uniformarsi alla superficialità a causa della fatica che a volte si fa per portare avanti i propri valori! :)
      Ci mancherebbe..
      Ti abbraccio forte forte anche io! Buona serata, Giulia!

      Elimina
  6. Cara Ely,
    arrivo qui e, come 1a cosa, vedo le foto, e mi sciolgo.
    poi, leggo il tuo post.. e rimango incantata.
    e, prima della ricetta, un'altra frase meravigliosa.
    che piacere leggerti.
    ti metto subito tra i preferiti, cosi vedrò subito i tuoi aggiornamenti.

    ps. meravigliosa questa frase: "capiamo che in realtà la vera lotta non è tanto cambiare ciò che ci è attorno, ma è evitare che sia ciò che abbiamo attorno a cambiarci."

    grazie.
    vaty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vaty, sei dolcissima! Ti aspetterò ogni volta con gioia, credimi :)
      Essere se stessi a volte è tanto difficile, specie quando si è soli e sarebbe più facile uniformarsi a certe superficialità. Ma in fondo, è proprio importante lottare perchè il buono che c'è in noi non venga mai spento, difendendolo da tutto ciò che lo vorrebbe annientare...per cattiveria o comodità!
      Ti abbraccio e.. grazie a te, sei una stella.

      Elimina
  7. Ciao Ely! Eccomi qua come promesso (o come minacciato...).
    Hai realizzato un blog davvero molto carino e che dire di questo dolce... fa venire l'acquolina solo a guardare le foto. Non ho mai usato la farina di kamut, ma mi incuriosisce davvero molto. Mischiata poi con farina di mandorle e zucchero di canna deve essere una vera delizia.
    La tua torta è come uno di quei fiori più belli che descrivi: fa venire un'irrefrenabile voglia di prenderne una fetta!
    Un abbracio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cara sei, benvenuta di tutto cuore! :) In effetti la farina di Kamut è proprio buona sai.. quando l'ho provata la prima volta non pensavo fosse così gustosa! Fammi sapere cosa ne pensi :) Un abbraccio grandissimo a te e fai sogni meravigliosi! Smuacckk Ilaria!

      Elimina
  8. che bel blog! pieno di sapori, odori, colori, parole, riflessioni. ricerca, pieno di tempo! stare qui è fermarsi a godere dei pochi o tanti minuti che rimaniamo, non vengono sprecati, la sensazione è di prendersi un'attimo e guardarsi dentro! veramente originale, come le tue ricette , tanti bei patti insoliti ma che invogliano a essere provati, almeno a me piace sempre conoscere nuovi gusti, sarà ottimo questo dolce, ma mi piacerebbe provare anche il tuo riso rosso al salmone e fichi. Unico neo, ormai da diversi anni i fichi "veri" non si trovano più, in circolazione solo quegli orribili tarocchi insapori e plasticosi che provengono da colture modificate, atte a non farli macerare in pochi giorni ma che tolgono il piacere del gusto e della bontà. Penso a quando abitavo in una casa con un grande albero di fichi....quanti cesti raccolti per poi fare le marmellate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno cara e grazie! Sappi che qui puoi sempre sentirti a casa! :) E' un piacere vero. :) per quanto riguarda i fichi hai perfettamente ragione! Io ho la fortuna di avere una vicina con un grosso albero che fa frutti succosissimi... anche se talvolta mi devo accontentare di quelli della Vigorsol :D ed è una vera tristezza: sapessero di qualcosa! Se riesci a provarlo fammi sapere ne sarò felicissima!
      Ti abbraccio e buona giornata! :)

      Elimina
  9. Ma io ti porto tutte le frittatine del mondo,pur di venire nella tua casetta e farmi una forte iniezione di autostima!Sai ci vuole,affannarsi a cambiare qualcosa può essere debilitante,ma è consolatorio capire che alla fine i nostri valori siano rimasti illesi!
    Io ti porto le frittattine,ma tu ricambi con questo cake divino eh?
    Un bacio cara e bellissima giornata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che tesoro sei! Certamente, accetto subito: le tue frittatine non me le perdo di certo e ricambio con tutto il cake che desideri! :D Dopo averle viste, oggi non le dimenticherò facilmente...! :D
      Hai ragione davvero. E' dura a volte resistere e portare avanti i nostri valori, quando tutto sembra darci contro; però è tanto consolante e riempie d'orgoglio vedere che-nonostante tutto- niente ce li ha portati via: e mentre qualcosa là fuori si spegne, noi continuiamo a brillare come stelle!
      Buona giornata a te, cara Damiana! Un abbraccione!

      Elimina
  10. Avevo già adocchiato una ricetta di un plum cake integrale ai mirtilli.. ora vedo il tuo e sono molto molto combattuta! sarebbe perfetto per le mie colazioni!!!
    Bella l'introduzione del post, frasi che fanno riflettere e infondono speranza e fiducia nel nostro piccolo "io"!
    Bacioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provalo allora e fammi sapere se ti piace, Francy :)Io lo trovo 'rustico' a sufficienza per una buona e sana colazione! :D Un bacione grosso grosso a te e grazie di essere venuta a trovarmi! Buon fine settimana :)

      Elimina
  11. Ely, quanti post mi sono persa in solo una settimana! Sono tutte ricette molto interessanti e presentate molto bene, ma soprattutto sono "ricette di vita"... qui mi trovo profondamente in sintonia con le tue parole, anche se aggiungerei che il mondo intorno altro non è che uno specchio che riflette quel che dall'interno di noi si proietta. Riuscire a vedere le cose belle significa che la bellezza è già nei nostri occhi. Altrettanto vero è anche il reciproco: se vedo solo violenze e brutture, all'interno di me c'è altrettanto! E lì allora inizia il lavoro di cambiamento dell'interno, così da cambiare pure l'esterno :)
    Intanto mi annoto il cake, giusto ho parecchio kamut da usare :)
    un bacione a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio così, cara. L'importante è proprio tenere il bello dentro di noi, difenderlo e non farlo rovinare da nessuno: sia per cambiare quello che non ci piace, sia perchè il brutto che vediamo non possa cambiare noi. :) Annota, annota.. sarò felicissima se lo proverai! :D Spero di cuore che ti piaccia! Un abbraccio forte e buon fine settimana, Cinzia!

      Elimina
  12. Non so decidere cos'è più bello: le parole, la ricetta o il risultato... sei sempre la migliore!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sei troooppo carina! :D Ricorda anche tu la splendida, splendidissima persona che sei, stella: ricordalo sempre perchè è davvero importante, non cambiare mai! :) Ti abbraccio forte forte forte :)

      Elimina
  13. che bel blog cara Ely...mi unisco con piacere ai tuoi lettori, se ti va, passa a trovarmi!

    dolcementeinventando.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che mi va! Mi sono aggiunta anche io ai tuoi lettori: sei davvero bravissima! :D Un abbraccio grande!

      Elimina
  14. Se scende un po' pA temperatura voglio accendere il forno e iniziare a produrre delizie come questa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah stellina.. stai certa che tra un po' ti potrai sbizzarrire! Questo dicono sia l'ultimo week end di sole!! Ti abbraccio forte :)

      Elimina