giovedì 2 agosto 2012

Scoiattolini all'amaretto con farina di mais, albicocche secche e zafferano


Era quasi il tramonto. Le cime alte dei pini ondeggiavano alla lieve brezza estiva, perse nei loro vecchi e saggi pensieri: nel silenzio quasi surreale della foresta, solo gli uditi più fini avrebbero potuto sentire lo scrocchiare delle foglie secche sotto le zampette dei cerbiatti, il grido gutturale di qualche uccello selvatico, il ronzio dei calabroni nell'aria o il fruscio delle fronde smosse dal vento.
I grilli intonavano il loro canto, nei cespugli del fitto bosco, mentre le lepri più curiose iniziavano a mettere il musetto fuori dalla tana, sicure che nessun umano di passaggio le avrebbe più disturbate.
Ogni angolo era un sommesso brulicare di vita, vissuta nella naturale pace dell’imbrunire.
Tra le tante anime selvatiche, anche uno scoiattolino dal manto fulvo faceva bella mostra di se su un grosso e nodoso ramo di un albero: dopo aver raccolto da terra ciò che restava di una succosa albicocca, probabilmente resto di qualche spuntino umano, rosicchiava felice della polpa residua sul nocciolo.
Nulla avrebbe potuto disturbare quell’attimo così gratificante, se non un sommesso pianto che incuriosì la golosa bestiola.
Lo scoiattolo tese attento l’orecchio, muovendo da un lato all’altro il suo musetto sporco e zuccherino.
<Chi è là?> squittì <Dove sei? E perché piangi?> continuò.
Ma per quanto osservasse, non riusciva a scorgere nessuno.
<Avanti, non farti pregare, vieni fuori!>
Poi una singhiozzante vocina ruppe il silenzio: <Io sono qui, sei tu che non mi vedi!>
<Qui dove?>
<Sopra le foglie gialle, ai piedi del tuo grandissimo pino!> piagnucolò.
Solo allora, aguzzando la vista, lo scoiattolino riuscì a vedere una formichina scura su una gialla foglia di quercia.
<Eccoti lì!> disse, abbandonando per un attimo il suo amato nocciolo <Che ti è successo?>
<Successo? Il fatto è che non mi succede mai niente: sono talmente piccola che nessuno mi vede, nessuno si accorge di me…persino una foglia mi adombra! Un granello di terra!>
Lo scoiattolo scese allora fino a metà albero, aggrappandosi con le unghiette alla dura corteccia grigia, per poterla ascoltare meglio.
<Mi sento così minuscola, insignificante, di fronte ad ogni cosa. Il bosco mi pare immenso, inadeguato ad una vita come la mia. Ah se solo potessi essere un’aquila, volerei nel cielo! Se solo potessi essere un cerbiatto, correrei per rupi e sentieri! Se solo fossi uno…>
<…scoiattolo?> ridacchiò la bestiola, agitando la folta coda <Sai, non capisco perché ti rifiuti di essere ciò che sei. Credi veramente di essere così piccola?>
<Tu che dici?> sbottò infastidita la formichina, indicando con le zampette il suo corpicino.
<Dico che non è vero!> le rispose, con un bonario sorriso <Fai così.. Sali su quella roccia che hai a fianco>
Ma lei, diffidente, non si mosse.
<Coraggio, fidati!>
Questa volta ci si arrampicò.
<Adesso come ti sembrano quelle foglie? Non ti paiono un poco meno grandi di prima?>
La formica non rispose.
<Adesso raggiungimi qui, a metà di questo grosso pino!>
E dopo qualche istante, la piccola creatura scura fu accanto a lui.
<Guarda, quello è il masso su cui eri poco fa: da qui non è che un sassolino!> continuò <E adesso seguimi! Andiamo in cima!>
I due animaletti salirono lungo il tronco e giunsero finalmente alla vetta, un po’ affannati e stanchi.
<Voltati adesso> disse ansimando lo scoiattolino alla sua piccola amica.
La formica, titubante e impaurita dall’altitudine, voltò lentamente il viso: lo stupore si impadronì del suoi occhi. Poteva vedere le cime dei monti innevate, dipinte di un tenue rosa; chiome di querce ed alti pini; aquile che gridavano la loro libertà nell’aria; un vastissimo cielo del quale era quasi possibile toccare le nuvole. E tutto sembrava immensamente piccolo rispetto a come da sempre lo conosceva.
<Adesso ti senti ancora tanto minuscola?> gli sussurrò lo scoiattolo, soddisfatto <In questo istante sei tu la padrona del mondo: nessuna foglia ti adombra, nessun granello di terra è più grande di te. Nemmeno i cerbiatti, che vedi camminare laggiù, oppure le aquile che ora puoi vedere in viso>
La formica non riusciva a parlare, mentre gli occhietti le si illuminarono.
<E quello che più conta è che non sei cresciuta, né cambiata: sei sempre la piccola formichina che eri laggiù. Quello che importa non è un corpo o una dimensione fisica, ma è importante la grandezza di ciò che hai dentro: e mi pare che tu ora ti possa sentire grandiosa. Semmai ti capiterà di sentirti ancora oppressa, insignificante e indegna, allora chiudi gli occhi e raggiungi la tua vetta. Nessun problema, nessun affanno, nessuna preoccupazione allora sarà più tanto gravosa da non poter essere risolta. Sarai tu ad essere più grande di tutto>.



Delle volte ci si può sentire piccoli, troppo piccoli per una realtà che sembra opprimente; qualche volta i problemi, le preoccupazioni e i dolori sembrano essere più grandi di noi. Ma è proprio quando questo accade, che dobbiamo ricordare quanto le dimensioni siano relative: possiamo chiudere gli occhi e respirare profondamente, raggiungere il fulvo scoiattolino e provare a osservare tutto 'dall'alto'. Chissà, magari vedere ogni cosa più piccolina può aiutarci a ricordare che in fondo è dentro che dobbiamo essere grandi, abbastanza per dire a noi stessi che... 'anche questa volta ce la possiamo fare'.

Scoiattolini all'amaretto con farina di mais, albicocche secche e zafferano

100 gr di farina 00 (Antigrumi Molino Chiavazza)
75 gr di farina di mais fioretto (Ecor)
1 uovo
50 gr di burro (o margarina vegetale senza grassi idrogenati)
50 gr di zucchero a velo
1 gr di lievito per dolci
100 gr di albicocche secche
la punta di un cucchiaino da caffè di zafferano
un pizzico di sale
un cucchiaio di liquore all'amaretto (Amaretto di Saronno)

In una terrina piuttosto capiente mescolate le farine, il lievito, il sale, il burro freddo a pezzetti, la punta di zafferano, le albicocche secche tagliate a dadini, il cucchiaio di amaretto, un pizzico di sale, lo zucchero a velo e l'uovo. Lavorate l'impasto fino a che non sarà compatto e avvolgetelo nella pellicola trasparente. Fatelo riposare per ca. 30 minuti nel frigorifero, stendetelo ad uno spessore di ca. 5 mm e ritagliate dei biscotti con una formina a forma di scoiattolo. Cuocete per ca. 8/10 minuti in forno preriscaldato a 175°C. Fate raffreddare, dimenticate per un attimo i brutti pensieri e gustate le vostre 'fulve bestiole' con la bevanda che più preferite!

Un bacio e una giornata meravigliosa a tutti!

68 commenti:

  1. Ely che storia, anche io molte volte mi sento formichina, ma forse sbaglio a guardare le cose da verso giusto...
    E stamattina con il mio caffelatte un tuo biscottino ci stava davvero bene:-)
    ti abbraccio e grazie per questa bella storia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno cara Ombretta! Ecco subito un biscottino per te! Sentirsi formichine è qualcosa che può capitare molto spesso, ma il segreto sta proprio nell'osservare come le cose possono essere differenti.. a seconda di come le si guarda. Ricambio l'abbraccio, grande 'per davvero'! :)

      Elimina
  2. Buongiorno dolce Ely! :) Che storia magnifica e vera... spesso mi capita di sentirmi così, come la formichina... farò tesoro di queste sagge parole! Grazie, tesoro! :)
    I biscottini sono deliziosi e immagino dal sapore unico e goloso (ottima l'idea di mettere le albicocche secche!), le foto bellissime, complimenti, riesci a rendere tutto magico :) Ti abbraccio forte e ti auguro una bellissima giornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie, Vale! :) Sei gentilissima, davvero. Sarò felice se terrai le parole dello scoiattolino nel cuore.. che tu possa sempre vedere tutto dalla vetta! Un bacione, un sorriso e una giornata splendida anche a te, carissima! :)

      Elimina
    2. Tesoro, rieccomi qui per augurarti uno splendido week end! :) Ti abbraccio forte e ti mando un bacione! :)

      Elimina
  3. Ely.. mi son emozionata (tanto per cambiare quando leggo i tuoi post).. mi son venuti i brividi.. e non ti nascondo mi si son velati gli occhi un pò.. quanto è vero.. una novella dalla quale si trae un bellissimo isnegnamento! Sapessi le volte che mi son sentita una formichina inutile.. impotente.. Grazie Ely... Ah bellissimi i tuoi biscottini.. carinissimi nella forma di scoiattolino.. smackk e buonissima giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudietta.. sai che sono convinta davvero che, per ogni volta che ti sei sentita una formichina.. dentro di te batteva il cuore di un'aquila? Ricordati sempre quanto speciale sei, quando il mondo ti opprime. C'è sempre uno scoiattolo che ti aspetta lassù! Ti abbraccio forte e ti auguro una giornata bellissima! :)

      Elimina
  4. Non ho parole Ely, davvero non ho parole. Ora mi segno questo post tra i siti preferiti e quando sono un po' giù e mi sento un po' formichina(perchè alla fine forse tutti a volte ci sentiamo come lei) lo verrò a leggere.
    Mi hai riempito il cuore, e i tuoi biscottini mi hanno riempito gli occhi. Originali e perfetti, ora devo solo cercare in giro un tagliapasta a forma di scoiattolo. Un abbraccio enorme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara.. grazie di cuore! Sono contenta che ti piacciano! :D Guarda, la prossima volta che vado dove l'ho comprato, se c'è ancora te lo prendo io e te lo mando volentieri! :) Un bacione grande grande

      Elimina
  5. Ely tu hai un grande talento: devi fare la scrittrice!
    E' una storia stupenda, come tutte quelle che scrivi *_*
    Complimenti, anche per i biscottini!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo gentile! Magari fossi così brava.. mi limito solo ad osservare e ad ascoltare gli animali che tanto amo :) Un bacione a te, Elisa! Passa un mercoledì splendido :)

      Elimina
  6. cHE MERAVIGLIOSA STORIA... e che meravigliosi biscottini. Hai sia fantasia nello scrivere che nel cucinare, davvero molto carino il tuo stampino a forma di scoiattolino. Un bacio e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, Lara! :) Ti dirò, lo stampino a forma di scoiattolo mi ha subito attratta, lo trovavo anche io molto grazioso. :) Eh, del resto è difficile che non mi innamori di tutto ciò che ha la forma di un animale! Un bacio e felicissima giornata anche a te!

      Elimina
  7. Ely, con questa storia hai superato te stessa. Sei un po' Fedro e un po' Esopo oggi, che riuscivano esprimere pensieri profondi con delle immagini semplici.
    Grandissima!
    E poi quei biscotti dicono "Mangiami"! ;D
    Hai proprio talento!
    Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che carina sei, stella :) Un po' Fedro, un po' Esopo.. magari fossi come loro! :) Inizio col dedicarti un biscottino, ma sappi che presto ne avrai di personali.. sto macchinando da due giorni :D Un abbraccio forte forte e complimenti ancora per quei capolavori color blu cielo!!

      Elimina
  8. Comincio dicendo che questi biscotti così insoliti devono essere buonissimi,ma quello che scrivi.nel modo in cui lo scrivi è...grandioso!!!
    baci lieta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacio immenso, Lieta! Grazie davvero e.. buon pomeriggio cara :)

      Elimina
  9. anche per me hai un grande talento e dovresti fare la scrittrice, per ora godiamo noi dei tuoi racconti e sono sempre più felice tu abbia intrapreso l'avventura del blog. Poi hai anche delle manine d'oro perchè quei biscottini sono perfetti e chissà che buoni.
    Il tuo racconto mi ha fatto venire in mente i boschi della Svezia, sai che ho visto tantissimi cerbiatti o caprioli, lepri e anche scoiattolini. Purtroppo ho visto anche tante volpi investite dalle macchine ai bordi delle strade.
    A Merano invece non troppo tempo fa su una statale hanno investito un orso.
    Un bacione tesoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabi, sei troppo tenera. Vorrei tanto fossi qui, così avremmo potuto gustarli insieme, proprio mentre mi racconti di tutte le cose meravigliose che hai visto. Resto sempre a bocca aperta guardando le tue foto, sentendo le tue esperienze.. chissà che belli quei boschi, forse io li ho solamente sognati: cerbiatti e caprioli, lepri, scoiattolini.. e anche volpi.. da vedere con facilità estrema. E' una vera fitta al cuore invece vedere certe anime preziose investite sulla strada, mi da sempre un gran dolore. Un orso, addirittura..! Ce ne sono dalle tue parti allora? Da non credere! (e soprattutto: come ha fatto l'autista a non vederlo??)
      Tesorissima, ti mando un abbraccio enorme dal cuore.

      Elimina
    2. si Ely, c'è qualche orso da noi, arrivano dalla Slovenia. Ogni tanto sparisce qualche pecora e si vedono le impronte.
      Quando ne hanno investito uno era sceso a valle e voleva attraversare quella strada, era notte e si è buttato sulla strada mentre passava quella macchina. Mio marito conosce bene chi l'ha investito, quella persona è rimasta davvero scioccata, non si aspettava certo un orso sulla strada che porta da Merano a Bolzano. Che brutto deve essere avere un orso o qualsiasi altro animale sulla coscenza

      Elimina
    3. Oh povero orso :( Eh, immagino bene lo shock allora: io continuerei a pensarci e non mi darei pace, anche se il guaio era inevitabile. :( Purtroppo loro non percepiscono la differenza tra strade pericolose e sicure.. sono tutti spazi percorribili! Forse si è spaventato per le luci della macchina e ha fatto per scappare? Un bacio, dolce Sabi.
      p.s. ti devo scrivere oggi!

      Elimina
  10. Ciao, non vorrei essere ripetitiva ma come si fa a non dirti quanto brava sei nello scrivere!!! Molto bello il post di oggi, assolutamente da ricordare perchè capita di sentirsi formichine....e allora mi ricorderò del simpatico scoiattolo fulvo.....anzi era meglio se potevo assaggiare qualcuno dei tuoi golosi biscotti così non li scordavo più!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Laura, sempre gentilissima! Tieni, te ne mando un paio così ne approfitto per augurarti una 'dolce' notte, piena di bellissimi sogni! Un bacio gigante! :)

      Elimina
  11. Cara Ely, grazie per queste belle storie che ci regali, davvero. Questi biscottini sono carinissimi, io adoro gli scoiattoli e quando mi capita di vederne qualcuno (per fortuna a Berlino si incontrano anche in citta') mi mettono sempre di buonumore. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello! Davvero persino in città?! Pensa che questo scoiattolino (perchè i fatti delle mie storie sono sempre 'ispirati a fatti realmente accaduti', come nei film! ahah!) l'ho visto solamente all'Abbazia di Monte Oliveto Maggiore... qui ho perso le speranze! :( Felice di portarti del buonumore, cara :) Dolce notte! :)

      Elimina
  12. nella tua storiella c'è sempre una verità, quella di oggi, proprio nella giornata di oggi mi fa pensare,....devo fare come la formichina, devo farmi coraggio e salire per vedere tutto dall'alto!!!


    ps. ma quanto sono belli i tuoi scoiattolini!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, stella Artù. Oggi sei pensierosa? Allora è proprio necessario uno scoiattolino: te lo mando nei sogni, così che domani mattina ti sveglierai sulla cima all'albero, piena di serenità! Lo vorrei tanto :) Ti abbraccio :)

      Elimina
    2. Grazie, il tuo scoiattolo deve aver funzionato, oggi la giornata gira già per il verso giusto...meno male....grazie di tutto!

      Elimina
    3. Evviva! :D Ne sono veramente contenta! :D Allora spero che lo scoiattolino squittisca anche domani, e dopodomani.. e dopo-dopo domani... :D Un bacione e serena notte, cara Artù!

      Elimina
  13. Risposte
    1. Benvenuta! :) C'è certamente posto anche per te :) Un bacione! :)

      Elimina
  14. Storie sempre meravigliose... la formica e lo scoiattolo, un titolo per ricordarsi che siamo infinitamente grandi e che in ogni momento possiamo superare cose ancora più grandi.
    E il dolcissimo scoiattolo non possiamo mancarlo, eh?
    Sempre Grazie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, carissima Cinzia. :) Come sempre. Ti mando un abbraccio e ti auguro una notte splendida, tra stelle e luna. :) Riposa bene!

      Elimina
  15. Lego questo racconto al cuore!! Troppe volte mi sento formichina e purtroppo faccio fatica a sentire lo scoiattolo che mi invita a salire un gradino più in su!!
    Da te respiro aria di serenità e positività!! Che bello!!! La giornata prende subito un'altra piega e per questo ti ringrazio infinitamente!!!!
    Meravigliosi biscottini, dispiace quasi mangiarli!!!!!
    Un bacio enorme e felicissima giornata!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono davvero contenta, cara Lory! :) Allora passa una giornata meravigliosa, luminosa e allegra: tendi l'orecchio e sono sicura che sentirai lo scoiattolino, lì ad attenderti ogni volta che lo desideri :) Un bacione enorme a te... e serviti pure! :)

      Elimina
  16. anche io sono venuta a curiosare nel tuo blog e devo dire che le tue ricette sono tutt'altro che banali, ho visto molti accostamenti particolari, sicuramente da provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sempre la benvenuta! :) Ti ringrazio e ti auguro un dolce giovedì! :)

      Elimina
  17. Buongiorno dolce, come sta il trovatello? Capita spesso di sentirsi formichine...il tutto sta nel trovare la forza che descrivi per poter vedere le cose da un punto di vista migliore. Buona giornata Dolce Ely, sto facendo colazione sarebbe bello farla con i tuoi scoiattolini... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcissimaaa! Buongiorno, ben svegliata! Corri qui che la facciamo insieme, dai: qualche scoiattolino e due sorrisi e.. la giornata inizierà benissimo! :) Ahh.. a quanto pare bene, ha deciso di assaggiare tutte le rose e l'azalea. E' un gran giardiniere: pota tutto!!! :D Un abbraccio forte forte cara! A te e a Nebbia!

      Elimina
  18. Belli gli scoiattolini!!
    Brava Ely altra bella ricettina da aggiungere alle mie preferite!
    Buona giornata :-)!
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona giornata a te, Elisa! :) Mi fa piacere che ti piacciano! Un abbraccione!

      Elimina
  19. Che belli questi biscottini!!
    O meglio....scoiattolini.
    Una fantastica idea!
    Complimenti...in più devono essere anche buoni *sento già il profumino,con una tazza di thè...perfetto!*
    Buona giornata!
    Grazie per essere passata ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla, grazie a te :) Se ne vuoi qualcuno, serviti pure :D Un bacio grande e buona giornata! :)

      Elimina
  20. Il tuo racconto quotidiano ci fà sempre riflettere. Quando mi sento come la formichina faccio appello al mio scoiattolino e tiro fuori tutta la forza possibile per raggiungere la cima, non sempre è facile ma bisogna sempre ascoltare la vocina che ti dice di riprovare a vedere le cose in modo diverso....gli scoiattoli poi mi hanno sempre ispirato un'enorme simpatia, e quei biscotti sono troppo belli!!! e troppo buoni!!!! ma dove hai trovato lo stampino??????
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me hanno sempre fatto tanta simpatia! Questa storia è nata dopo aver incontrato per caso uno scoiattolino rosso durante quei brevi giorni di vacanza: ero nel cortile di un'abbazia e nemmeno mi ero accorta che a metà di un pino i suoi occhietti mi guardavano! Poi l'ho visto e mi ha letteralmente tolto il fiato! Ho cercato di dire qualcosa, ma ormai era già in cima! :D Troppo bello! Lo stampino l'ho trovato per caso in un negozio di casalinghi al centro commerciale: facevano una grande svendita e l'ho preso. Conosci Casanova? Ne avevano parecchi sfusi, tra cui un orsetto gigante che mi sono pentita di non aver preso! Un abbraccio, dolce Ondina! Buon pomeriggio! :)

      Elimina
  21. che bella storia, molto poetica.. il significato è molto profondo e sarebbe davvero bello poter "salire in alto" per riuscire a vedere le cose da un'altro punto di vista.. poi i biscottini sono deliziosi, davvero un'ottima composizione di ingredienti brava!!! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacione, Tiziana. Grazie mille :) io sogno ancora il tuo gelato con le cialdine fatte in casa...non oso nemmeno provare! :) Una felicissima notte :)

      Elimina
  22. Che bella storia... ed è così, a volte basta guardare ad una difficoltà da un'angolazione diversa e questa ci sembra meno insormontabile...
    Davvero carini questi scoiattoli-biscotto, quasi un peccato mangiarli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma a loro fa tanto piacere essere mangiati :P Nascono dolci apposta :) Che cara sei, lolle! Buonanotte e serena mattinata domani.. a me tocca una gran levataccia: alle 4.00 in piedi, tre ore di viaggio.. e rientro già per le 19.00! Bacioni!

      Elimina
  23. Che bella storia..ma d'altronde si sa che sei saggia..le tue perle di saggezza mi accompagnano ormai da 25 anni... :) e i biscotti sembrano fantastici..un po' come quelli che preparavamo insieme da offrire con gioia.. :) un bacione!! Buona giornata cara!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonaseeera carissima :D Sono distrutta, sono tornata adesso e sto ancora cercando di digerire le cipolle che mi hanno propinato a Zurigo. :D Dai, ci dobbiamo assolutamente vedereeee... eh?! Sono contenta che ti ispirino! E ti mando milioni di bacioni, insieme ad un augurio per una serata splendida! :D

      Elimina
  24. Querida Ely, soy muy sensible , emotiva y todo me afecta mucho, lo mío y lo de los demás.
    Hay días más oscuros y otros más luminosos pero sé que en mi interior existe la suficiente fuerza para ponerme en marcha cada mañana.
    Estas lindas galletas me encantan..Una duda ¿la harina de maiz es la precocida o es Maizena?. Me gustaría hacerlas, las galletas me gustan mucho y esta "ardillita" tiene que estar deliciosa.
    Un abbraccio forte cara e una serata tranquilla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Maria! Sei sempre tanto dolce! :) La farina non è Maizena, è proprio farina di 'mais fioretto'! :) (Se non le trovi te la invio volentieri!) Intanto ti abbraccio fortissimo anche io e ti auguro una bellissima serata!
      Besos!! ;)

      Elimina
  25. Pura saggezza :-) Bellissimi i tuoi racconti e questi biscottini sono bellissimi. Pensa che non l'avevo mai vista questa formina, è dolcissima :-) Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, davvero! Si, l'ho trovata molto carina anche io, specie per quel codino così rotondo e 'vaporoso': mi faceva simpatia! :) Un bacione a te e una splendida serata! :)

      Elimina
  26. AWWW thank you so much for sweet words on my blog:)

    I hope you come and visit me soon, I have more Swedish inspiration for you:)
    Have a great day.

    LOVE Maria at inredningsvis.se
    (sweden)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks a lot! Sure, I'll visit you soon, my friend! :) Have a beautiful day, kisses :)

      Elimina
  27. che gran bella ricetta mi ha sopreso quell'abbinamneto con lo zafferano e le albicocche secche di antica memoria, brava mi piace molto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Gunther! :) Un augurio per un fine settimana splendido! :) Baci

      Elimina
  28. venire qui nel tuo blog è come perdersi in un bosco...e trovare un rovo pieno di more succose...respirare...restare soli con ipropri pensieri...e poi sentire i profumi, vedere i colori, poter quasi toccare le albicocche, e lo zafferano, in uno sposalizio meraviglioso...sei davvero bravissima, e il tuo blog è unico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sei cara, Aria! Ti ringrazio davvero.. spero ti fermerai a lungo allora, ogni volta che passerai. Per te sicuramente ci saranno more, lamponi, ribes, mirtilli.. e dell'ombra fresca, con un sereno sottofondo di cicale. Ti abbraccio forte e ti auguro una domenica meravigliosa! :)

      Elimina
    2. un atmosfera da sogno, insomma!

      Elimina
  29. ho letto volentieri...come sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io, come sempre, ho immenso piacere di averti qui :) Un bacione e serena notte, cara nonna papera! :)

      Elimina
  30. Gustosissimi e tanto belli questi tuoi biscottini, grazie della rivetta cara Ely!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla carissima.. spero di cuore che li preparerai e che passerai dei momenti sereni gustandoteli felice. Un abbraccio forte!

      Elimina
  31. Cercando biscottini a forma di scoiattolo ho scoperto questo meraviglioso blog!!! E' un blog romantico, poetico che ti porta subito in una atmosfera quasi surreale!!! Complimenti! Questi biscotti poi sono da riproporre presto!!! Sono subito diventata una tua fan!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Serena! :) Troppo gentile. Sono felice di ospitarti tra le fronde fresche del bosco. Benvenuta di cuore! :) Ogni volta che desideri :) Un bacione grande.. e prendi pure un buon biscottino!

      Elimina