venerdì 17 agosto 2012

Orecchiette fresche alle mazzancolle, con crema di ceci alla salvia e miele di Castagno


Una chioma verde, folta, nell’immensa distesa di fieno riarso, seccato e bollente di sole.
E un lungo, denso silenzio. Occhi di bruna corteccia persi fieri nell’orizzonte, mentre l’alito torrido del vento ne scompiglia e ne agita le fronde caparbie.
Immobile, impassibile: alto e fiero, nel più totale deserto di mietute erbe dorate.
<Dimmi, cuore terrestre: dimmi il tuo segreto. Anche tu vivi nel vuoto, anche tu abiti un arido deserto. Eppure il sole non ti brucia, la linfa palpita sotto la tua rigida scorza; non hai paura d’essere l’unico soldato sopravvissuto, contro l’esercito della solitudine. Attendi, silvestre guerriero, non abbassi mai la chioma>
E la brezza ne porta la saggia e antica voce:
<Io porto con me il presente, il passato e il futuro. Conservo il segreto della vita: le mie radici affondano in un solido terreno, così che le tempeste non possano sradicarmi; il mio tronco si è fatto di dura corteccia nei rigidi inverni, così che nessuno possa abbattermi; il mio cuore resta di tenero legno, così che non mi perda nemmeno la dolcezza dell’esistenza. Non ho mai smesso di pregare, i miei rami volgono al cielo; né ho mai smesso di donare: tenere foglie germogliate con amore possono essere ristoro, per anime di passaggio; non posso permettermi di bruciare, quando per primo sono stanco dell’aridità che ho attorno. Non mi stendo e non mi riposo, perché anelo a raggiungere il cielo: il vento mi sussurra i sogni più dolci e io li racconto agli angeli, la notte, guidato e protetto da luminose stelle. E’ la che voglio arrivare, crescendo: e ho solo una vita per farlo. Così son guerriero, così son diverso: così sopporto il freddo e il gelo, così resisto ai fendenti di sole in estate. Il cielo prima o poi sorride, alle creature che volgono a lui anima e cuore. Allunga la mano verso la volta stellata, tendila durante le mattine turchesi e durante i pomeriggi cupi e grigi: qualcuno la stringerà, abbi fede. Ricordati- di combattere il deserto>.


Anelare al cielo, come il silvestre e caparbio guerriero.
Troppo spesso mancano solide radici, manca forza di resistere alle raffiche del vento; troppo spesso si smette di pregare, di sperare e di lottare. Troppe volte si chiude il cuore all’essenza della vita, dimenticando la bellezza del donare: spesso è proprio quando non si ha nulla, che si può donare tutto.
Allungare i nostri rami al cielo permette al turchese di afferrarci: nessuna mano può essere stretta, quando la si ritrae.
Affondare una radice, anche una sola, nel presente, permette di ancorarci lentamente ad un terreno mai avuto: non bisogna disperare se si è cresciuti senza. E’ ciò che si fa dell’oggi, a fare il domani.
Ascoltare i sogni del vento e raccontarli alle stelle, ogni notte, è una possibilità per incontrare gli angeli. E, proiettati nel futuro, saremo anche custodi di un nuovo passato e di un incredibile, inaspettato presente. 
Apri gli occhi e dì a te stesso: <E’ adesso, il mio momento>.


Orecchiette fresche alle mazzancolle, con crema di ceci alla salvia e miele di Castagno

500 gr di orecchiette fresche (per 6/7 commensali, al limite dimezzare la dose)
1 cipolla bianca di medie dimensioni
300 gr di mazzancolle
6/7 foglie di salvia di medie dimensioni
2 cucchiai di miele di Castagno (La Casa del Miele)
200 gr di panna Chef Yo (allo yogurt magro)
200 gr di ceci lessati
olio evo q.b.
sale q.b.
Granella di noci q.b.

Mettere in una padella antiaderente piuttosto larga la cipolla tagliata a dadini piccoli, un po' d'olio, un po' di sale e un goccio d'acqua: cuocere a fuoco lento fino a che la cipolla non sarà appassita. Spegnere il fuoco. Con l'aiuto di un frullatore ad immersione, frullare insieme la panna allo yogurt, le foglie di salvia, un po' di sale, un cucchiaio abbondante di olio, il miele e la metà dei ceci lessati.
Unire il composto alla cipolla in padella e mescolare. In un'altra pentola far cuocere le mazzancolle, sgusciarle e privarle del filetto nero. Cuocere le orecchiette in acqua bollente salata per ca. 3 minuti, scolarle e rovesciarle nel condimento, mescolando bene a fuoco lento. Quando la panna si sarà un poco addensata, spegnere il fuoco e aggiungere le mazzancolle e i ceci rimasti. Amalgamare bene con un cucchiaio di legno e servire caldo, cospargendo di granella di noci.

Un bacione e che sia una giornata splendida per tutti voi.

79 commenti:

  1. Dovresti raccogliere tutti i tuoi bellissimi racconti e farci un libro, cara Ely: c'è tanto bisogno di spunti di riflessione in questo mondo così frenetico e superficiale! E che dire delle tue orecchiette? Io, da pugliese quale sono, quando vedo orecchiette mi emoziono... :-) La tua versione è inconsueta, ma decisamente interessante. Un abbraccio grande grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che le mie orecchiette ti piacciano, carissima Lucia! Spero che le assaggerai anche in veste 'inconsueta', dato che il tuo parere per me conta tantissimo, da pugliese quale sei :) Sei sempre tanto gentile, ti ringrazio con tutto il cuore.. mi piacerebbe tanto scrivere sai.. ma non credo ci sarebbe 'spazio per me', oggigiorno :) Tengo il sogno nel cuore, però. Mai abbandonare! Un abbraccio forte :)

      Elimina
  2. Che post bellissimi scrivi. La natura è davvero bella e dovremmo tutelarla sempre e rispettarla anzichè distruggerla. Bellissimo il pensare ai rami dell'albero protesi verso il cielo ad aprirsi verso il nuovo ma avendo le radici ben salde nel terreno per conservare il passato :) Ottime le orecchiette ^.^ mi hai fatto venire fame!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siete tutti invitati a pranzo allora! :) Con vero piacere! :) Come ti do ragione, la Natura va amata, tutelata e rispettata: peccato che pochi lo pensino, ma.. basta che ci sia qualcuno che lo faccia, per cambiare le cose! Vi mando un bacio e.. attendo di sognare con il tuo aroma alla violetta ehh! ;)

      Elimina
    2. ih ih!!!!!! l'aroma alla violetta è in lavorazione...ovvero stò pensando a come utilizzarlo!!!

      Elimina
    3. E io attendo con mooolta curiosità! ;) Sono certa che verrà un capolavoro, ad ogni modo :)

      Elimina
  3. "Il cielo prima o poi sorride, alle creature che volgono a lui anima e cuore"

    Per te...

    E' ora, quel momento.

    Ti voglio bene

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcissima Celeste. Se fossi qui, ti direi tutto, guardandoti solamente. Grazie, cara. Grazie davvero. Ti voglio bene anche io, 'silvestre creatura'. Un abbraccio..
      Che sia sempre per noi 'quel momento'. Sempre. Una carezzina a Nebbia.

      Elimina
  4. Ely...sei bravissima!! A scrivere..a fare le foto...e a far incontrare gli ingredienti delle tue preparazioni!!
    Un bacio e buona giornata :-)!!
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona, cara Elisa :) Ma sono contenta che sia stato tutto di tuo gradimento. Ho ancora nel cuore le tue delizie di oggi.. sei tu ad essere bravissima, non io! :) Un bacio a te, passa una giornata splendida!

      Elimina
  5. Ehi,questo primo piatto sembra,anzi è sicuramente speciale!!! e abbinato alle tue parole...è ok!
    baci lieta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bacissimi a te Lieta :) Sei speciale anche tu, quindi.. il mix è perfetto :) Ti ringrazio!

      Elimina
  6. Ely, !qué hermoso se ve ese arbolito en medio de esa soledad, pequeño pero erguido y firme !!!. Es una imagen preciosa que ayuda a pensar en cada uno de nosotros, en nuestra vida. Como bien dices son importantes unas buenas raices, convicciones fuertes para combatir las contrariedades de la vida y pese a ellas seguir luchando por seguir "verdes" y erguidos, con raices fuertes que ningún temporal pueda arrancar.
    Querida Ely la receta de hoy es original y muy sana y nutritiva, como todas las tuyas. Esa crema de garbanzos prometo no perdérmela.
    Il mio amico bello, un abbraccio con amore e un bel pomeriggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Maria! Sono felice che questa ricetta ti piaccia. :) Così come l'immagine di quell'albero: ti auguro di essere sempre come lui. Così coraggioso, così fiero, così radicato a terra ma così innamorato del cielo! Es asì preciosa, amiga mia.. asì maravillosa. Un grande abrazo, con todo el corazon. Buenas tardes a ti :)

      Elimina
  7. Ciao ELY che orecchiette meravigliose !
    baci ISA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Isabella! :D Gentilissima. Bacioni!

      Elimina
  8. Cara, ti ammiro tantissimo, per me sei una vera forza della natura,amo il tuo modo di scrivere, mi rapisce e mi procura sempre delle bellissime emozioni!
    Ti auguro di vero cuore che il tuo sogno si realizzi, anzi, quando succederà ricordati di conservarmene una copia con dedica! :-))
    Ed ora, se pensi che io sia stata rapita solamente da quello che hai scritto..ti sbagli!!! :-D Il piatto che hai realizzato è di una bontà assoluta!
    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei troppo cara, Assunta. Se mai il cielo decidesse di donarmi questa opportunità, non mancherò stanne certa! Mi rende felice sapere che ti ho donato delle emozioni: che restino sempre con te, per riempirti il cuore :) Ti abbraccio forte e.. se ne vuoi un assaggino, serviti pure :) Felice pomeriggio!

      Elimina
  9. Tra il racconto e l'immagine di quell'albero vengo rapita dal tuo racconto... E' sempre un piacere passare da te:) per non parlare di quel piatto di orecchiette cosi' particolare ma delicato allo stesso tempo! sei sempre molto brava! un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Ombretta.. davvero. E' sempre un piacere anche per me, quando passi di qui. Proprio un vero piacere :) Un abbraccione e un felicissimo week end!

      Elimina
  10. Carissima Ely, anche con la pessima connessione che ho qui non potevo non passare da te, leggere i tuoi racconti mi fa sentire bene e mi trasmette tanta forza e positivita' :-) Le orecchiette devono essere squisite, l'abbinamento di sapori e' fantastico! Bravissima Tesorina :-) Un abbraccio grande grande, buon week end :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stella Vale! Come sta procedendo la vacanza? :) Mi auguro più che bene: grazie di cuore di essere passata :) Ti invio tanto bene e un abbraccio grandissimo, che duri fino al tuo ritorno! Buon fine settimana a te, cara! :)

      Elimina
  11. mmm... che delizia! sa proprio di estate, questa ricetta me la copio!

    è da alcuni mesi che mi sono unita ai tuoi lettori fissi e volevo complimentarmi per le ricette che proponi, sono sempre degli ottimi spunti!
    da pochissimo ho un blog anch'io, passa a visitarlo se ti va!

    a presto,
    Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Copia pure e.. fammi sapere! Grazie mille, passerò a trovarti. Baci e buona serata! :)

      Elimina
  12. anche io penso che dovresti raccoglierli in un libro questi pensieri! pensieri? poesie, volevo dire...gli alberi ci insegnano molto, io ne sono letteralmente innamorata...ed è proprio così...passato, presente, futuro...e il tutto da donare quando non si ha nulla..."solo" questo è il segreto....un abbraccio, poetessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio grosso a te, stella! Amo molto anche io gli alberi perchè sono anime di una saggezza unica: hai perfettamente ragione, come non amarli con quello che sanno sussurrare? Pare un segreto da nulla, forse.. eppure dona una ricchezza che null'altro può dare. Un bacione e passa un fine settimana splendido.
      p.s. spero che il tuo cucciolo guarisca presto dalla tosse, poverino! :)

      Elimina
  13. C'è davvero da imparare da quell'albero. Bellissimo il tuo racconto e mi unisco agli altri commenti, dovresti raccogliere i testi e farci un livro :-) Buonissime le tue orecchiette! Buon we cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di cuore, cara. :) Auguro anche a te un fine settimana splendido, pieno di bene. Un grande bacio!

      Elimina
  14. Come sempre ci stupisci, dolce Ely. Sei grande, come sempre, per farci soffermare un attimo sulle cose veramente importanti. E mi unisco a questo coro: un libro in futuro sarà d'obbligo.
    E poi la ricetta....vabbè la ricetta che te lo dico a fa'... i ceci sono la mia passione, la salvia il mio odore preferito, le mazzancolle gli unici crostacei che mi piace cucinare....può non piacermi!?:D
    Un abbraccione stella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che carina sei! Margò sei assolutamente invitata a pranzo allora! :D Sono molto felice che sia una ricetta di tuo gradimento :)Speriamo, sarebbe bello.. ma solo per quello che vorrei comunicare: potrei pure scrivere gratis, se servisse ad esprimere quello che ho dentro. Nessun denaro può pagare una carezza dal cuore :) Un abbraccione a te, carissima, proprio grande!

      Elimina
  15. Hai davvero la stoffa da scrittrice, le tue parole mi infondono sempre grande serenità e armonia...e che dire di questo piatto??? A caratteri cubitali: MERAVIGLIOSO! Grande la mia dolce, tenera Ely! Un abbraccio! Buon weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale cara, ne sono proprio contenta. Te ne auguro tanta tanta, tutti i giorni, di serenità e armonia.. te lo meriti proprio! Spero assaggerai queste orecchiette, dolcissima :) Un abbraccio grande grande a te, passa un fine settimana bellissimo! :)

      Elimina
  16. Ma quanto sei brava Ely!!!!!! Mi stai dando un sacco di ricettine sfiziose per questo periodo di vacanza:-) Grazieeeee
    Un bacio grande
    Deborah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Deborah! :) E che dire dei tuoi filoncini?? :D Sei stata mitica! Un bacione di sole :)

      Elimina
  17. carissima ragazza eccomi, voglio sempre prendermi del tempo per leggere i tuoi racconti e riflettere, hai un grande talento, anche più di uno.
    Bellissima quella foto di quell'alberello solitario, l'hai scattata tu???
    Poi abbiamo gusti molto simili anche riguardo il cibo perchè mi piace sempre tutto quello che prepari, prima o poi ti faccio una sorpresa e mi autoinvito a pranzo
    un bacione stella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magariii tesoraaa! Sarebbe bellissimo per me averti qui, non sai quanto!! :D Poi non ti lascio più andare però.. ahah! E' vero, ci troviamo d'accordo anche sul cibo! ;) Io sto ancora pensando alla tua cheesecake e credimi se ti dico che mi hai fatto venire una voglia di lamponi incredibile! Stai diventando un mito anche con le fotografie, stella! :) E ne sono felicissima! Hai una raffinatezza che è da pochi..
      Un bacione enorme e un bellissimo fine settimana: incrocio le dita per i tuoi lamponi!
      p.s. si, è della vacanzina in Toscana.. ma questa l'ha fatta Isi: quella macchina gigante nemmeno la reggevo! :D

      Elimina
  18. Quell'albero solitario in mezzo a quel campo giallo è l'immagine ideale per sintetizzare la tua bellissima riflessione. Tendere le mani è l'unico modo per chiedere e ricevere aiuto.
    Che belle queste orecchiette... se hai bisogno di aiuto per finirle noi ci siamo!! :-)
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ben volentieri! Vi aspetto, con piacere! :) Buon fine settimana e che sia davvero speciale, cara Ilaria! :)

      Elimina
  19. Cara ely sono poesia pura che raffinatezza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Simona! Grazie di cuore :) Un abbraccio e felice serata!

      Elimina
  20. Ciao Ely, ti ho scoperta per "caso" nel grande mare del web e ti confesso che ne sono davvero felice. La metafora dell'albero....che meraviglia. Un insieme di saggezza ed immagini che si abbracciano armoniosamente. Devi essere un'anima davvero speciale, mi hai emozionato tantissimo...e le tue parole mi hanno toccato il cuore. Il mio motto è: "Le coincidenze sono le impronte digitali di Dio". Questa coincidenza mi piace tantissimo e d'ora in poi ti leggerò con interesse. Sia per il modo in cui ti esprimi, sia per quello che racconti, sia per le tue ricette che profumano di amore per la natura.
    Appena recupero gli ingredienti proverò sicuramente questa ricetta, sei bravissima...un'artista!
    PS: Mi prenoto fin da ora per acquistare il tuo libro se lo pubblicherai! Un abbraccio <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Melangy, sei davvero carina e ti ringrazio. Io ti do il mio più grande benvenuto e ti mando un abbraccio grande :) Sono felice di averti trasmesso qualcosa, davvero: hai proprio ragione, le 'coincidenze' sono proprio impronte digitali di Dio, dunque sono contenta che ti abbia condotto qui :) Ti aspetto con piacere e buona domenica, carissima. Un bacione! :)

      Elimina
  21. ciao Ely, da pugliese ti dico che l'accostamento di legumi e pesce con pasta fresca è molto comune nella nostra cucina ma le tue preparazioni hanno sempre qualcosa di particolare, questa ricetta devo proprio provarla! Oltre a commentare la ricetta vorrei commentare una frase in particolare del tuo racconto:"E’ ciò che si fa dell’oggi, a fare il domani",concordo in parte su questo perché a volte ciò che si è fatto(o non fatto)ieri influenza a tal punto il nosrto oggi che tutto poi si ripercuote sul domani. Riutilizzando la tua metafora dell'albero posso dirti che immaginando me stessa come un albero, vedrei solo un tronco. Ho la sensazione che i miei rami anziché tendere al cielo, siano affondati nel terreno insieme alle radici, ho la sensazione che il mio futuro sia rimasto intrappolato nel passato e ora non so più come andare a riprenderlo. Un'ultima cosa, ho letto alcuni commenti sopra, qualcuno ti suggerisce di raccogliere i tuoi racconti in un libro; è sicuramente molto difficile in un paese come il nostro dove ci sono pochi lettori e un numero infinito di aspiranti scrittori ma quello che srivi tu merita certamente di finire sulle pagine di un libro molto più di certe cose che vengono pubblicate oggi, e non mi riferisco solo all'ultimo libro del calciatore famoso o della cuoca che non sa cucinare ma a testi premiati e tradotti intante lingue! Forse sono troppo critica ma io non amo molto la letteratura contemporanea e quando voglio leggere un libro mi affido sempre ai grandi autori del passato. Più che un commento ho scritto una lettera!Baci e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Maria Pia, la tua 'lettera' la porto nel cuore. Capisco cosa provi, sai? Specie quando dici che i tuoi rami sono tanto pesanti da sembrare radici: il futuro pare non esserci, pare che il passato sia l'unica cosa che trattiene e non lascia andare: difficile immaginarsi allora un 'domani'. E' proprio questo, che fa restare i tuoi rami nel terreno: e non dico che sia facile, ma bisogna lasciare che 'ieri' resti là, dove deve stare. Perchè 'oggi' è un giorno nuovo, diverso, per costruire un domani: è un 'oggi' nuovo, che deve per un attimo non raccogliere dal passato, per far si che non ci influenzi. E' che, per quanto sia doloroso, è difficile lasciarlo andare. Forse i tuoi rami non sono ancora pronti a tendere verso il cielo, dimenticando ciò che oggi opprime: quando volterai la testa, provando a percepire una Maria 'nuova', costringendoti a dire..'e se oggi fosse diverso? se non pensassi al passato?'... ti troverai con le braccia al cielo senza accorgertene. Io te lo auguro presto, cara. Per quello che mi dici dei libri.. posso solo dirti GRAZIE, con tutto il cuore.. e te lo dico proprio perchè lo so, proprio perchè anche io amo tanto i grandi, bellissimi classici. :) Bacioni grandi a te, passa una domenica bellissima: azzurra e soleggiata.

      Elimina
  22. bello il tuo blog, complimenti, mi sono appena iscritta, ti va di ricambiare? grazie, ti aspetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Giovanna! Certamente, arrivo subito :) Un abbraccio e buona domenica!

      Elimina
  23. Eccomi tornata dopo una pausa dal web e dal blog....ero un po' demotivata, ma passando dai vostri blog ho trovato tante bellissime ricette, e nel tuo un bel racconto che mi piace un sacco...grazie .... Ti adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Artù! Che piacere! E' bello vederti di nuovo 'attiva'. :) Spero che tu abbia trovato tempo per te stessa e per ricaricarti. Sai.. delle volte si ha voglia di mollare tutto, perchè non si hanno più stimoli nè energie. In realtà capita proprio quando c'è qualcosa di nuovo che devi scoprire, non è una 'fine' ma un 'nuovo inizio'. E' una pausa che può dare nuovo vigore e sono certa che, brava come sei, troverai una motivazione ancora più grande! Non potrebbe essere altrimenti, per il talento che hai! Ti adoro anche io, un bacio grande e buona domenica! :)

      Elimina
  24. che racconto meraviglioso. Hai ragione. Non bisogna mai smettere di lottare, di crederci...e la frase : spesso è proprio quando non si ha nulla, che si può donare tutto è verissima

    Grazie di cuore per questo racconto e questa deliziosa ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Saretta, per quanto sai essere sempre dolcissima. Come i tuoi deliziosi biscottini al latte :) Un abbraccio forte e passa un bel pomeriggio! :)

      Elimina
  25. Ho "sentito" molto questo racconto, mi ha infatti emozionato particolarmente, credo lo rileggerò nei momenti "out"...quindi che dire, grazie!

    Ottima ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice se lo porterai con te, carissima lolle. Ti ringrazio tanto e ti auguro di passare splendidamente il resto di questa domenica :) Bacioni!

      Elimina
  26. Ciao, bellissima questa pasta! Un formato che utilizziamo spesso condito in modo originale, fresco e semplice! Ottimo connubio di ingredienti!
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ad entrambe :) E bacissimi a voi, care! :)

      Elimina
  27. Ciao! Che meravigliosa ricetta, e che meraviglioso blog... Tantissimi complimenti, da oggi ti seguirò con piacere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, sei davvero la benvenuta! :) E' un piacere averti qui, cara Dani! Una felice domenica sera!

      Elimina
  28. Che ricetta deliziosa! Particolare e insolita, insomma da provare:-)! Complimenti per i tuoi piatti e per le tue ricette sempre ricercate e diverse. Brava! Un saluto Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sempre un tesoro. :) Grazie mille, Cinzia :) Un caro abbraccio e buon inizio settimana!

      Elimina
  29. Ciao è stato bellissimo leggerti,sei proprio brava complimenti!Che dire..queste orecchiette son troppo invitanti,segno volentieri!Ciao buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona giornata a te e.. grazie infinite! :) La voglia di provare la tua granita mi è rimasta! ;) Un bacione grande!

      Elimina
  30. ciao Ely complimenti per la ricettina davvero curiosa. se ti va di passare da me ti ho assegnato un premio. sentiti libera di fare ciò che vuoi. ciao kiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono già passata, dolce kiara! E ti ho ringraziato tanto tanto! Sei davvero stata carina e ho apprezzato moltissimo: lo ritiro volentieri, stasera posto nuovamente e lo inserisco! :) p.s. Oggi ci metto una vita a inserire commenti, il mio pc proprio non ne vuole sapere!! ;) Grazie ancora, di cuore!

      Elimina
  31. Ciao!
    Scopro soltanto oggi il tuo blog e ne sono lieta.
    Mi intrigano molto le tue ricette e spero di aver modo di scambiare idee e consigli!
    Buon lunedì!
    Babe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono lieta anche io, benvenuta allora! :) Sicuramente avremo modo di scambiarci tutte le idee e i consigli che vorrai! :) Buon lunedì a te, Babe! Un bacione!

      Elimina
  32. Complimenti per il piatto gustosissimo e molto invitante!!! Baci e felice giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Paola! Un bacione a te e.. che sia uno stupendo inizio di settimana! :)

      Elimina
  33. Che bella l'immagine dell'albero solitario che si innalza per raggiungere il cielo! La mia prof. di filosofia (che ricordo con molto piacere) diceva che siamo fatti per cose grandi. E credo che avesse ragione! Bisogna puntare in alto, non per mera ambizione, ma perché è la nostra natura nobile che lo richiede.
    Buonissima anche la ricetta, adoro le mazzancolle!!! ;D
    Purtroppo devo partire di nuovo tra poco e non potrò leggerti né aggiornare il blog ;(
    Ti mando un bacione grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aveva perfettamente ragione, cara Gre! :) Dobbiamo ricordarci di essere splendidi alberelli. Sempre! Non preoccuparti se devi partire, divertiti e rilassati: al tuo ritorno riprenderai alla grande e ti aspetto! Magari con una bella serata insieme a tema 'mazzancolle'! Ti abbraccio forte! :)

      Elimina
  34. Che foto meravigliosa!!! Adoro la natura, gli alberi e a volte mi ritrovo a parlar con loro!! :)
    Un piatto da provare, sicura della bontà!!!
    Un bacio enorme e felice lunedì!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei proprio dolce, Lory :) Si, anche io ci parlo spesso. Ed è davvero bello che tu lo faccia! Un bacione enorme a te e passa una splendida giornata, cara! :)

      Elimina
  35. Ciao Ely, una domanda: Le bellissime introduzioni alle tue ricette: Sono frutto della tua mente o stralci di libri? In ogni caso sai donare delle perle e ti ringrazio! sei come acqua nel deserto.. fai bene all'anima.
    Per quanto riguarda questo piatto.. mi hai incantato! deve essere buonissimo, delicato.. mi segno la ricetta! bravissima!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Micol! :) Si, le introduzioni sono sempre frutto della mia mente :) Sono felice che ti piacciano.. e ti ringrazio per le belle cose mi dici! Se proverai le orecchiette fammi sapere se ti sono piaciute! Un abbraccio grandissimo! :)

      Elimina
    2. Allora Ely... complimenti... scrivi benissimo e mi incanti tutte le volte!! hai qualcosa nel tuo stile che mi ricora Paulo Coelho... :)

      Elimina
    3. Magari Micol! :) Ma sei davvero tanto gentile :) Un bacione! E complimenti ancora per le tue pastarelle 'd'amore'!

      Elimina
    4. Ti ringrazio a nome di Pasticceramary.. le ha fatte la mia amica per il compleanno del suo ragazzo. Con lei ho il blog "cibo che fa sognare senza glutine"...

      Ciao! :)

      Elimina
  36. Ciao cara Ely, direi che questo piatto eguaglia la poesia delle tue parole....delizioso....
    Un bacione, Mila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao dolce Mila! :) Grazie, sono contenta che ti piaccia! Un bacione grosso a te e bentornata! Di cuore :)

      Elimina
  37. "Spesso è proprio quando non si ha nulla che si puó donare tutto" . Questa é la frase che mi ha colpito di più e che conserveró nel cuore... Grazie delle tue parole preziose e complimenti per le orecchiette, una delizia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Giadina :) Un abbraccio e una notte meravigliosa, cara :)

      Elimina