mercoledì 5 settembre 2012

Mojitorzo ai frutti di mare con zucchine grigliate, lime, rhum bianco e menta


Il giorno era volto al termine e con esso le sue luci: il cielo si era ormai vestito di uno scuro e vellutato manto notturno.
Un fresco vento scuoteva le cime degli alberi soffiando a tratti più intensamente, come desideroso di imporre la sua testarda presenza. 
Qualche foglia, ormai secca, rompeva l'innaturale silenzio rotolando ripetutamente lungo il viale in terra battuta; un grosso gufo dagli occhi ipnotici discorreva invece con la notte, seduto sui nodosi e antichi rami di un’imponente betulla, intento a richiamare i fantasmi dal passato. 
Molte imposte erano ormai chiuse e le ultime luci, all’interno delle case, si erano spente: persino nella cameretta del piccolo Domenico. 
Il bimbo aveva sempre avuto il terrore del buio, ma la mamma era fermamente convinta che fosse arrivato per lui il momento di crescere e affrontare le sue paure: da qualche tempo infatti, dopo il bacio della buonanotte, per lui tutto piombava nell’oscurità più cupa. Impaurito chiudeva così ogni volta gli occhi, stringendoli forte e coprendosi il visino con il candido lenzuolo, fino ad addormentarsi.
Quella notte, però, Domenico non riusciva proprio a prendere sonno. Il tempo passava lento e il piccolo iniziò a sentire un senso di angoscia e di solitudine: avrebbe tanto voluto aprire gli occhietti e correre dalla mamma, ma la paura di vedere qualcosa che potesse terrorizzarlo ulteriormente era più forte: chissà quali creature erano pronte ad attenderlo, chissà quali brutte sorprese si nascondevano nelle ombre, pronte ad afferrarlo non appena fosse sceso dal suo lettino. 
Non poteva pensarci: si raggomitolò sotto le coperte e iniziò sommessamente a piangere.
Fu allora che qualcosa lo fece rabbrividire: una flebile voce lo raggiunse, chiamandolo per nome.
<Domenico> sussurrò <Domenico, rispondimi>
Il piccolo esitò un poco e poi gridò: <Chi sei, vattene via subito o chiamo la mamma!>
Ma la misteriosa presenza ridacchiò: <Non ti ho mai fatto nulla, eppure tu mi temi. Chi sono, dici? Io sono il buio, piccolino>
<Chi lo dice che non mi vuoi fare del male?> singhiozzò il bambino <Non mi fido di te, sparisci! Mi porterai solo nella tua oscurità, per non farmi tornare più!>
Il buio dapprima non rispose, poi con pazienza tentò nuovamente di avvicinarsi al cuore tremante del bimbo.
<Se solo provassi ad andare oltre quello che comunemente si crede, scopriresti che anche io so mostrare innumerevoli meraviglie. Troppi pensano che io sia solo assenza di luce, inquietudine, perdita di ogni riferimento. Basterebbe così poco invece, per vedermi davvero.>
Domenico deglutì, stringendo il suo orsetto tra le piccole braccine. Strizzò gli occhi ancor di più, ma dopo qualche istante il timore fu vinto dalla spiccata e innocente curiosità infantile.
<Se non devo temerti, allora dimmi buio: come sei fatto?> chiese lentamente il bimbo da sotto le lenzuola.
<Io ho tanti volti, ma tutti sereni. Nulla di me può farti paura. Devi credermi. Se sei curioso, però, puoi sempre aprire gli occhi per conoscermi davvero: potremmo fare amicizia, se vuoi.>
Il piccolo, titubante, iniziò piano ad abbassare la copertina. Fece un grosso sospiro e lentamente provò a schiudere le palpebre. Quando finalmente riuscì ad aprire completamente gli occhi, lo stupore si impadronì improvvisamente del suo volto: dalla finestra filtrava un’intensa luce azzurrina, che donava un’aura leggera e fioca ad ogni cosa; la luna dipingeva di argento le tende, le sue coperte, la sua stanzetta e persino il suo viso. In quel flebile chiarore poteva distinguere le ombre fluttuanti delle sagome degli alberi, le stelle brillanti nel cielo terso, i gufi che sostavano pensosi sui rami. Vide i contorni delle case, le falene volteggiare attorno ai lampioni e persino qualche gattino sul selciato, intento a dedicarsi alle sue avventure notturne. Una moltitudine di dettagli si fece sempre più chiara, facendo sì che sul suo viso si aprisse un largo sorriso di stupore e pace: <Buio, ma tu non sei buio!> disse felice e sollevato <Sei azzurro e argento; sei ombra e sei flebile luce! Sei tutti questi distinti contorni e anche la luce brillante delle stelle!>
Al bimbo parve di percepirne persino il profumo, intenso come le sfumature di blu che osservava ammirato.
<Proprio così, piccino. La vera oscurità è solo quella che si percepisce quando ci imponiamo con ogni forza di chiudere gli occhi, sai? Allora sì che non si riesce a vedere davvero più nulla.> disse dolcemente il buio <Basterebbe solo la volontà di comprendere che non tutto è sempre ciò che sembra, ma può essere molto di più: cercare il cuore delle cose con uno sguardo più attento permette di scoprire le vere meraviglie che ci circondano, nascoste dal pregiudizio e da sciocche paure>.
Domenico sorrise, poiché le parole del suo nuovo amico avevano cancellato per sempre le sue terribili angosce. Non avrebbe più temuto il bacio della buonanotte, né avrebbe più rimpianto la luce accesa: sentì che superare quell’ostacolo fece crescere qualcosa di meraviglioso dentro di lui, illuminandolo di una luce che non avrebbe mai più conosciuto ombre.


Troppe volte la paura, il pregiudizio e l’ottusità ci rendono ciechi, impedendoci di avere una visione chiara di ogni cosa. Ci precludiamo qualsiasi forma di conoscenza, di comprensione, solo per il timore di scoprire quello che effettivamente comporta superare un timore radicato nel profondo.
<E’ solo imponendoci di chiudere gli occhi che piombiamo davvero nell’oscurità>.
Ma è solo guardando più a fondo che ci è data la facoltà di vedere per davvero, scoprendo che dietro ad un’apparenza si nasconde qualcosa di ben più importante che non un'immediata e scontata percezione.

Mojitorzo ai frutti di mare con zucchine grigliate, lime, rhum bianco e menta

250 gr di orzo
150 gr di cozze sgusciate
80 gr di vongole sgusciate
45 gr di gamberetti boreali
1 cipolla bianca di medie dimensioni
1 lime di medie dimensioni (scorza + 1 cucchiaio di succo filtrato)
2 cucchiai di rhum bianco
1 cucchiaino di menta tritata
1 zucchina di medie dimensioni
Olio evo q.b.
Sale q.b.
Prezzemolo q.b.

Cuocere l’orzo in una pentola d’acqua bollente salata, secondo i tempi di cottura riportati sulla confezione. Una volta pronto scolare, passare sotto l’acqua fresca per fermarne la cottura e tenerlo da parte in una ciotola. A questo punto, in una padella antiaderente piuttosto larga, mettere la cipolla tagliata a dadini, un po’ di prezzemolo a piacere, un poco d’acqua, un cucchiaio di olio e del sale. Fare appassire la cipolla a fuoco dolce, facendo attenzione che tutta l’acqua non si asciughi; poi spegnere il fuoco. A parte, preparare un’emulsione con due cucchiai di rhum bianco, un cucchiaio di olio, un pizzico di sale, la menta tritata e la scorza grattugiata del lime con un cucchiaio del suo succo filtrato. Lavate la zucchina e tagliatela a listarelle oblique: grigliatele e tagliatele a striscioline.
Posizionare nuovamente la padella con la cipolla appassita sul fuoco e aggiungere cozze, gamberetti e vongole (se dovesse risultare troppo asciutto aggiungete pure un altro poco di acqua). Portare a bollore e cuocere per ca. 7/10 minuti; infine alzare la fiamma e rovesciare all’interno l’emulsione e le zucchine grigliate, facendo asciugare. Prima che tutto il liquido sia evaporato, aggiungere anche l’orzo e farlo saltare a fuoco vivo per 2/3 minuti, in modo da amalgamare bene i sapori.
Servitelo tiepido in un bel piatto o in un bel bicchiere da cocktail: in fondo, chi può stabilire se è un’insalata d’orzo al Mojito o un Mojito con l’aggiunta di orzo?

Vorrei inoltre ringraziare la dolcissima Vale del blog La ricetta che Vale, per avermi donato il premio Blog Diamond. Sei stata veramente un tesoro e tengo questo bellissimo diamante nel cuore: potrei senza dubbio ricambiare nei tuoi confronti, vista non solo la tua immensa bravura ai fornelli ma anche la preziosità del tuo cuore. Tutti coloro che vorranno visitare il tuo blog, ne sono certa, resteranno affascinati dalla tua dolcezza e da quella delle tue creazioni!


Solitamente seguo sempre il regolamento e scelgo cinque blog a cui girare gli eventuali premi ricevuti, almeno la prima volta. In quest’occasione, però, la condivisione è d'obbligo: un diamante così raro e puro è assolutamente da dividere con tutti coloro che con affetto mi sono accanto, ogni giorno. Prendete pure a vostro piacimento questo dono quindi, e brillate sempre di quella luce che nel profondo sapete emanare. Persino nel buio, sì: perché è in voi e solo in voi la facoltà di aprire gli occhi e di illuminare l’oscurità con argentei bagliori!

Un abbraccio forte e felice serata!

107 commenti:

  1. Ciao Ely,la tua storia è molto bella...ma stavolta la ricetta MI HA CONQUISTATO!!!Non vedo l'ora di provarla!!
    grazie e baciiii Lieta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice che ti sia piaciuta Lieta! :D Spero la proverai presto e mi auguro che ti doni ancora un po' di spensieratezza tipicamente estiva! :) Un bacione grande e felice serata, cara!

      Elimina
  2. Ely, la tua ricetta mi ha stregato, e' straordinaria!!!
    Per non parlare della presentazione che trovo davvero ingegnosa! Mi piacciono un sacco cozze vongole e gamberetti, e trovo che con lime e menta siano davvero una cannonata come accostamento!! Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio carissima! :) Davvero. Si vede che ho già nostalgia dell'estate che se ne va eh?! Ahah! Un abbraccio e passa una serata stupenda!

      Elimina
  3. ma tu sei una filosofa.. davvero.. e poi questi bicchierini sono fantastici con un mix di sapori meraviglioso.. poi il nome è troppo divertente!! un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cara! Potrei dire lo stesso della tua insalata con feta: un vero splendore! Un bacione grande grande a te :)

      Elimina
  4. Devo dare ragione al tuo bellissimo racconto....a volte vogliamo vedere buio, vogliamo chiudere gli occhi, e quasi ci facciamo schiavi di paure e di fantasie... Bisogna solo avere quel poco coraggio ad affrontare la realtà...e tutto sarà molto piu semplice....cercherò di aprire gli occhi ed anche il cuore, piu spesso, so che mi farà bene!

    Intanto ti faccio i complimenti per la presentazione stupenda del tuo piatto (anzi bicchiere) insolito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolce Artù.. ciò che abbiamo paura di vedere talvolta si rivela di una bellezza inaspettata, al di là di tutti i timori e l'angoscia che portavamo dentro. Sono certa che non avrai difficoltà ad aprire maggiormente gli occhi del tuo cuore, bello com'è, carissima :) Grazie e un abbraccio forte!

      Elimina
    2. Ti adoro!!! sei sempre sulle mie note del cuore!

      Elimina
    3. E' proprio lì che ti porto anche io! :)

      Elimina
  5. sei bravissima. resto sempre incantata dai tuoi racconti

    bellissima anche la ricettina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Saretta! Anche la tua crostata è meravigliosa, un piacere per gli occhi oltre che per il palato! :) Un bacione e un augurio per una notte splendida! :)

      Elimina
  6. E' sempre così piacevole leggere le tue storie così ben scritte.
    Almeno quanto leggere le ricette che le accompagnano, questa è incredibile||

    ciao loredana

    ps se puoi elimina la parola di controllo, così è più semplice lasciarti dei commenti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Loredana, veramente! Detto da te, poi, con quelle cose splendide che prepari.. :) Non sono ancora tanto pratica con tutte le funzioni del blog ma vedrò che posso fare, senz'altro! Ti abbraccio :)

      Elimina
  7. Ely le tue ricette sono sempre cosí originali e sfiziose :-)!!!
    Ci sei mancata in questi gg!!!!
    Buonanotte, Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcissima! Anche voi mi siete mancate infinitamente! :) Buonanotte, piena di sogni meravigliosi! Un bacione!

      Elimina
  8. Davvero originale!
    da provare!
    buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi farebbe piacere se lo provassi! Una bellissima serata a te, di cuore! :)

      Elimina
  9. Come non c'è più sordo di chi non vuol sentire, non c'è più cieco di chi non vuol vedere. Ma se è brutta l'oscurità verso il mondo, lo è ancora peggio quella verso se stessi. E purtroppo a volte è più facile aprire gli occhi verso gli altri che non su di sè!
    Sai che non avevo capito all'inizio il nome? Fortissima la contrazione Mojito-orzo come strepitoso è il risultato :) Gustoso, fresco, saporito insomma perfetto per godere ancora un po' dell'estate. Un bacione tesoro, buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio vero, tutto ciò che portiamo dentro noi stessi, per noi stessi.. è sempre più difficile da gestire. Eppure, come esiste un bagliore nel buio esterno, esiste anche per quello che è nell'anima: basta piano piano riuscire a vederlo, capirlo, comprenderlo e carpirne gli aspetti migliori! :) Ahah, si.. il nome è venuto quasi spontaneo.. e spero davvero che l'estate non ci abbandoni presto, cara Fede! Un abbraccio forte forte, stella! :)

      Elimina
  10. Quanto è vero questo racconto? Sai che l'ho vissuta sulla mia pelle questa esperienza? Avevo 13 anni e una paura del buio fottuta.... Poi ho cominciato a pensare che non poteva farmi nulla e così pian piano ho tirato fuori le braccia dal lenzuolo, poi ho visto la luna attraverso le persiane e tutto era sotto un'altra luce....
    Molto originale questo Mojitorzo, sei fantastica sia in campo letterario che culinario! Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che tu abbia sentito la storia vicina.. sai, l'ho scritta proprio perchè è stata anche una mia esperienza. :) E' tenero ripensarci.. ma che bello ricordare cosa ci ha sussurrato il buio, vero? Sei davvero cara, Ele. Ti mando un grosso bacione!

      Elimina
  11. Passo sempre mia cara Ely con troppa fretta per leggere le tue splendide parole e le tue ricette! Questa volta però mi sono imposta di fermarmi... godermi questo tuo nuovo racconto e la tua ricetta spumeggiante!
    Quella splendida sensazione che si ha quando si vince la paura del buio la conosco bene ed è la più bella di tutte!
    Bravissima come sempre!
    A presto!! Un bacione e buonanotte!
    Erika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riuscire a superare una paura è un traguardo stupendo.. ed è meraviglioso quando si comprende che non esiste buio tale da non poter essere in qualche modo illuminato! :) E' sempre un piacere quando riesci a passare, carissima. Dico davvero. Anzi, ti ringrazio perchè ci riesci nonostante i numerosi impegni :) Buonanotte, piena di luce.

      Elimina
  12. Ely leggo questa storia prima di andare a letto... Molto tempo fa avevo parecchia paura del buio ma ora non più ! Ho visto e scoperto le bellezze che ci può dare , le ombre non mi fanno più paura perché c'è sempre qualcosa di bello basta saper guardare:)
    La tua ricetta e' speciale come le storie che ci doni!!!! Non potrei più stare senza leggerti e te lo dico con il cuore !!!
    Buonanotte e ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero allora che questa notte sia estremamente luminosa per te, dolcissima Ombretta. Il tuo cuore è meraviglioso e mi da gioia sapere che riesce ad avere occhi così attenti da scorgere ovunque del bagliore.. non poteva essere diversamente, visto come sei :) Tengo le tue parole con me, abbracciandoti forte e augurandoti bellissimi sogni stella :)

      Elimina
  13. ah Ely, come sempre una piccola perla... e che mai sarebbe la Luce, se non ci fosse anche l'oscurità? CCosa potrebbe fare la nostra Luce, senza un buio da vincere.. l'eterno duello ;)
    un abbraccio, il bicchierino al mojito è troppo intrigante, come sempre del resto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno cara! :) Si, 'non esistono grandi luci senza grandi ombre'! E credo che non si apprezzerebbe nè il buio nè la luminosità.. se non esistessero entrambi in un eterno e sottile equilibrio. La sfida è saperlo mantenere! Ti abbraccio forte anche io e grazie per la bella visione del tuo riso dipinto del viola che amo! :)

      Elimina
  14. Bello questo raconto mi ha fatto rifletere e pensare, ogni giorno dobbiamo superare degli ostacoli, ma quel piccolo spiraglio di luce ci sda la forza per andare sempre avanti.La tua ricetta è favolosa con una bellisima presentazione. Un abbraccio, buona giornata Daniela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela: che quella luce necessaria a superare gli ostacoli non ti abbandoni mai. Proprio mai! Ti mando un abbraccione, felice che il mio orzo ti sia piaciuto, con l'augurio di una giornata splendida :)

      Elimina
  15. Buondì! Che ricetta sfiziosa, davvero da provare per un'occasione speciale!
    E come sempre splendida la storia che la precede.
    Complimenti per tutto, un bacio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Dani :) Sei sempre splendida tu, con quel micino che ogni volta mi ruba il cuore! :) Un bacione!

      Elimina
  16. Quanto è vero ciò che hai scritto!! Aprire gli occhi, abbandonare i pregiudizi sono gli unici modi per non cadere nell'oscurità.
    E tra l'altro, parlando di buio, mi sa che me la terrò da parte questa storia, nel caso in cui il mio cucciolo in futuro abbia paura del buio :P
    La ricetta è stu-pen-da! Complimenti per tutto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, cara! Tienila pure da parte.. una carezza al cuore del tuo cucciolo te la lascio sin da ora. :) E poi porta con te queste parole, così se avrà timore del buio ne riceverà sicuramente altre! Sono i tuoi gnocchetti ad essere stupendi, non questo semplice orzo, credimi.. :D Un abbraccio con affetto.

      Elimina
  17. Il buio da bambina non mi ha mai fatto paura, l'incoscienza dell'infanzia mi bendava di giorno impedendomi la visione dei pericoli; la notte mi era amica perché la percepivo come un momento di continuità e non di rottura. Oggi la consapevolezza mi ha tolto quelle bende accecandomi con la luce della realtà. Io vivo l'esperienza contraria rispetto al personaggio del tuo racconto: Amo il buio e temo la luce. Mostri e fantasmi non hanno mai popolato gli armadi della mia cameretta ma ora mi sembra di vederli ovunque! Grazie per i tuo racconti, offrono sempre dei momenti di riflessione e grazie anche per questa ricetta piena di freschezza e di estate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolce Maria Pia.. credo di capire ciò che provi. A volte il buio non permea solo la notte, ma anche il giorno. Chiudere gli occhi riesce anche quando fuori è mattino.. ma il principio è lo stesso. Non è la luce ad esserti nemica, ma la realtà.. la visione chiara di quello che rappresenta e che so, per esperienza, quanto può ferire e far male. E' necessario però cercare e vedere anche in essa: controsenso? No, la luce rischiara.. illumina e delimita dettagli e contorni. Scrutare in essa permette di percepirli, valutarli, amarli.. senza restarne dal principio solo accecati. Accade spesso, quando ci si abitua ad una rassicurante penombra..Ti abbraccio, sperando che i tuoi occhietti si aprano presto anche al giorno, per scoprirlo migliore.

      Elimina
  18. "Troppe volte la paura, il pregiudizio e l’ottusità ci rendono ciechi, impedendoci di avere una visione chiara di ogni cosa"
    Parole sagge, molto sagge. Ahimè è un mondo di miopi e cechi che non aprono la mente a visioni poco conosciute.
    Belle parole e bella ricetta!
    Buona giornata carissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo sì, Babe.. bisognerebbe imparare a tenere accanto un paio di enormi, funzionanti e cristallini occhiali! Oggigiorno servirebbe tanto, troppo, la facoltà di vedere 'oltre'... Ti ringrazio e felice giornata a te, di tutto cuore :)

      Elimina
  19. Originalissima ricetta Ely, l'orzo a me piace tanto, lo cucino spesso ma presentato cosi' e con questo mix di ingredienti e' davvero particolare. Bentornata, ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacione grande, Lety. Grazie mille, se la proverai fammi sapere se ti è piaciuta! :) Passa una giornata bella come te!

      Elimina
  20. Bellissima storia Ely!
    L'atmosfera notturna e lunare mi è molto più congeniale rispetto a quella diurna. La luce della luna dà sempre un'atmosfera tutta particolare...
    E poi quella frase: "La vera oscurità è solo quella che si percepisce quando ci imponiamo con ogni forza di chiudere gli occhi". E' stupenda e significativa!
    La porterò nel cuore...
    Un bacione, cara, e bentornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' qualcosa di speciale, poter godere dei bagliori lunari.. che ti accompagnino sempre, stella Gre. Sempre. E grazie di cuore! Spero di vederti presto eh! :) Ti abbraccio con tanto bene!

      Elimina
  21. Ciao Ely!
    Sono felice di ritrovarti nel tuo blog! :)
    Il titolo della ricetta è carinissimo e d'effetto!!! Deve essere proprio buono... mi sembra di sentirne il profumo!
    Ti auguro una splendida giornata.. qui è ritornato il cielo azzurro, c'è un leggerissimo venticello fresco.. insomma si sta una favola!
    E poi, visto che con te mi trovo benissimo, voglio farti partecipe di una gioia grande, grandissima! Ieri io e il mio ragazzo abbiamo scelto la data del nostro matrimonio(24 agosto 2013)!!!
    Ti dono la mia gioia irrefrenabile.. perchè sei speciale e anche perchè la settimana scorsa ti ho sentito giù di corda.
    Quanto sono contenta d'averti conosciuto!!

    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Micoool! Ma che grande felicità mi dai con questa notizia!! :D E' bellissimo, davvero! Sono contenta per voi e inizio a farvi il mio augurio perchè il vostro amore sia sempre bello, solido, importante e degno di una favola!! Goditi quel cielo azzurro, riempiendolo di sogni in vista del grande evento. Tra questi lascerò senza dubbio anche i miei, tutti per voi! :) Anche io sono felicissima di averti conosciuta, stanne certa cara! Ti abbraccio con affetto :D

      Elimina
  22. Come al solito, bravissima! E poi che bella questa coppa :-) Complimenti cara!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie stella! :D Passa una stupenda giornata! Un bacio enorme!

      Elimina
  23. Un'idea originalissima oltre che molto gustosa!!!! La userò di sicuro per stupire qualche amico ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io ne sarò davvero felice. :) Un bacione carissima..ma quanto sono belli i tuoi gattini..!? Ti abbraccio forte!

      Elimina
  24. Ely, scusa se passo sempre in ritardo :(
    Sappi che se non rispondo sempre, io i tuoi post e i tuoi bellissimi racconti li leggo :)
    Volevo augurarti buona giornata!
    Noemi
    e grazie, di passare sempre da "Baci di Dama" mi fa mooolto piacere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non preoccuparti Noemi! Io ti sento sempre vicina ugualmente! :) Ed è un vero piacere passare dal tuo bellissimo blog. Un bacione grosso! :)

      Elimina
  25. Adoro le tue ricette! Gli ingredienti che usi cosi sani e gustosi:-) sei bravissima ed è un piacere leggerti:-))))
    Un bacio dolce
    Debby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cara, ti ringrazio! Si, un po' per gusto e un po' per abitudine amo sempre usare ingredienti sani e leggeri. Un bacione dolcissimo anche a te e.. una felice giornata! :)

      Elimina
  26. ma quanto sei brava! prepari sempre ricette originali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vanna, lo stesso posso dire di te.. ma credimi proprio! :) Un bacissimo!

      Elimina
  27. Io mi inchino davanti a tanta bravura, sia letteraria che culinaria!!
    Mia cara, le tue capacità sono invidiabili e questa preparazione ne è il perfetto esempio! Un forte abbraccio!
    P.S.
    Scusami se ultimamente ho fatto la monella e non ti ho lasciato i miei commenti...ma non pensare che io abbia disertato i tuoi i post!
    Seppure in silenzio, non ho potuto fare a meno di deliziarmi con le tue ultime produzioni!....da svenimento!!!! :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcissima, ti ringrazio tanto! Non penserei mai nulla di tutto questo, credimi.. lo so che ci sei sempre dunque non farti problemi di nessun tipo: ti sento sempre nel cuore! :) Ricambio il forte abbraccio con tanto bene, cara Assunta!

      Elimina
  28. La ricetta è sensazionale, davvero unica e le parole... di grande insegnamento!!!
    Come sempre esco da quest'angolino fatato con tanta serenità nel cuore, quella che solo tu sai trasmettere!!!
    Un bacione enorme e felice giornata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacione sincero e solare, per te: cara Lory, se posso darti della serenità ne sono proprio felice! Passa una serata splendida, con tutto il cuore! :)

      Elimina
  29. Ma che deliziosa ricetta;-)! Fresca e soprattutto originale:-). Ripresa dalla settimana scorsa? Ho letto che il panorama era desolante, ma l importante è che è passata;-)! Purtroppo sono tante le persone che non guardano oltre le apparenze, bella questa storia, l.innocenza e l ingenuità dei piccoli... Mentre nei grandi cosa sarà?.. Fretta forse, e perdita di valori... Mondo strani il nostro;-) o meglio mondo meraviglioso con strana gente;-)... Un abbraccio e buon pomeriggio e scusami se guardo solo adesso ma connessione poca in questi giorni... Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è alcun problema, cara Cinzia.. :) Purtroppo ci vorrà un po' di tempo perchè mi riprenda, viste le mie condizioni fisiche. Però sono fiduciosa. Un po' di pazienza.. e quanto hai ragione, quando dici che certe persone non sanno andare oltre le mere apparenze. Eppure sarebbe così facile, così bello, provare ad aprire la finestra del cuore e vedere che non sono solo vetri.. ma giardini bellissimi quelli che potremmo vedere. Un abbraccio sentito a te, stella :)

      Elimina
  30. "Non tutto è sempre ciò che sembra" questa frase rispecchia una grande verità, dovremmo tutti trarne spunto.. Mi piace un sacco questa storiella, il buio e i suoi tesori:)
    Mi piace molto anche la ricetta, soprattutto per i frutti di mare.. slurp!
    A presto:**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che ti sia piaciuta storia e ricetta! :D Spero che questa notte il buio di tesori te ne doni tanti! Un bacione grande! :)

      Elimina
  31. Ely che bello.. davvero bello il racconto con il messaggio che ci hai trasmesso oggi!! ma sai che potere hai tu oltre quello di arrivare al cuore come già t'ho scritto in precedenti post? hai il potere di catturare l'attenzione al 100% e farci entrare nel racconto.. come se stessimo realmente guardando ciò che descrivi.. proprio come riescono i più grandi scrittori.. quindi che ti fa capire questo? eheheh Ely.. hai davvero un dono tu... Anzi 2! sei brava anche a cucinare!! ahahaha bella idea un orzetto ubriaco! smack cara .-) che sia per te una favolosa giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sempre una grandissima stella, Claudietta. Credimi! :) Sei tanto gentile: che la luce argentea della luna illumini sempre il 'tuo buio', ogni volta che si presenterà! :D Spero che anche la tua giornata prosegua meravigliosamente e.. dai, un orzetto ubriaco ci vuole: ti aspetto eh? :D Smuacckk

      Elimina
  32. Sei tornata finalmente!!!
    i tuoi racconti sono delle gocce di serenità e inducono sempre alla riflessione.
    Una ricetta così originale, con un nome simpatico e con tanto sapore di mare che amo. Da provare
    Baci, buona giornata cara Ely

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon proseguimento di giornata a te, carissima Ombretta. Come va? Mi auguro che tu sia serena e felice in questi giorni :) Un abbraccio fortissimo.

      Elimina
  33. Ely cara, sono io che ringrazio te! Grazie di cuore stellina, sei speciale e questo premio te lo meriti davvero, per la tua bravura e per la persona speciale che sei :) Questo per me è un periodo un po' così... boh... diciamo che ho proprio bisogno di questo diamante e lo accolgo con tanta gioia nel cuore! Il tuo racconto è meraviglioso come sempre e mi fa riflettere su quanto troppo spesso si diano giudizi affrettati... il Piccolo principe saggiamente diceva che 'l'essenziale è invisibile agli occhi... non si vede bene che col cuore...' ed io sposo in pieno questa massima... Questo orzotto è squisito, hai sempre delle idee splendide, complimenti! :) Ti abbraccio e ti auguro un buon proseguimento di giornata! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolce Vale.. spero dunque che non solo il diamante, ma anche la luce più vera del cuore possa illuminarti e aiutarti a trovare una via per la serenità. Posso capire, il periodo non è affatto semplice nemmeno per me. Ma se hai bisogno sappi che puoi contare sempre su di me! Sei una ragazza meravigliosa ed è un peccato saperti nella confusione. Ti aspetto per il tè e una bella chiaccherata? Un abbraccio e un bacione, cara.

      Elimina
  34. Ciao Ely....
    passo velocemente per un saluto e tornerò con più calma a leggere qualcosa...
    Un abbraccio e a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un saluto anche a te, passa una felice serata! :) A presto! :)

      Elimina
  35. che bel bicchiere...presentato impeccabilmente! E che ricetta originale.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Simo! :) Sono felice che sia di tuo gradimento. Ti mando un grosso grosso bacio :)

      Elimina
  36. Ciao Ely, è da ieri che cerco un ritaglio di tempo per potermi leggere il tuo meraviglioso racconto con tranquillità...alla fine ci sono riuscita!!! Anche questa volta sono stata rapita dal tuo modo di scrivere e dalla tua cucina naturalmente!!
    Un saluto e buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacione Alessia! Sei stata molto carina! :) Ricambio il salutone e ti auguro una serata splendida :D

      Elimina
  37. Grazie Ely di essere passata mi fa piacere che tu abbia apprezzato le foto..hai ragione in quel posto c'è tutta la tranquillità che ognuno di noi possa desiderare.
    Complimenti a te, per l'idea nei bicchieri...
    un caro saluto.
    Inco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono foto davvero meravigliose.. sono i luoghi che più amo perchè fanno ritrovare l'anima, persa nel trambusto quotidiano. Sono panorami splendidi, che paiono usciti da qualche sogno. Un luogo da visitare senza dubbio.. ne avrei così bisogno cara. Ti abbraccio e bentornata di nuovo!

      Elimina
  38. E' vero cara Ely, i tuoi racconti sono sempre speciali, uno diverso dall'altro...ma sempre così simili tra loro...come legati da un filo!
    La presentazione della ricetta è davvero carinissima, l'idea originale ed il gusto sicuramente ottimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara.. il filo che li lega sono le cose che ho potuto capire dalla mia vita, finora.. e quello che spero abbia ancora voglia di raccontarmi! :) Mi fa piacere che questo orzo ti piaccia! :) Una serena notte, Pamelina! :)

      Elimina
  39. Cara Ely sei una splendida persona e molto profonda, è sempre un piacere leggere i tuoi racconti che hanno sempre una morale veritiera che rispecchia la vita di tutti noi :) e vedere anche le tue golose ed originali ricette ^.^ E' bello passare da te e dal tuo blog :D
    E complimenti per il premio meritatissimo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio carissima. Sappi che il piacere è tutto mio quando passi di qui.. lo stesso potrei dire di te, sei sempre dolcissima! :) Il premio è assolutamente esteso anche a te! :) Un abbraccio forte e buonanotte :)

      Elimina
  40. Meraviglia, meraviglia della meraviglia. Questo racconto è sorprendente, Ely. Mi ha toccato molto in senso letterale, mi rivedo piccolina a cercare ogni stupida scusa per sgattaiolare nel letto di mamma, con il terrore che mi avvolgeva ogni volta che spegnevo la luce. E mi ha toccato in senso figurato, perchè troppe volte vedo persone che chiudono gli occhi, che si circondano di oscurità vera, e non strizzano e strabuzzano gli occhi per vedere che, invece, dietro quel velo c'è tutt'altra cosa.
    Sei veramente generosa Ely, generosa dentro:) ma questo l'avevo capito!
    E visto che sei così generosa...una porzioncina di questo mojitorzo me lo doneresti?:D [ma poi...come fai a farti venire in mente queste ricette pazzesche? sei originalissimaaaa]
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tenera Margò.. ti ci vedo piccina a cercare la mamma.. invece poi il buio ha parlato anche a te, rendendoti una splendida ragazza in grado di leggere nel cuore delle cose del mondo. Troppi chiudono gli occhi, senza porsi il problema di capire davvero.. di vedere oltre le cose. Devi essere orgogliosa di come sei, così speciale cara. :) Certo che ti dono una porzione di questo Mojitorzo! Volentieri.. e se ti chiedi dove ho trovato l'ispirazione.. beh, devo solo ringraziare lo stress!! ahah! Una notte splendida come te, stella. :)

      Elimina
    2. ahahah, magari lo stress facesse venire anche a me questa ideone!:( mi butta solo giù :(
      Grazie dolce Ely, mi fai andare a dormire serena e con il cuore pieno:) un bacio grande

      Elimina
  41. Il buio, quanto ci ho comnattuto quendo ero piccina. Anche da me venivano mostri e io rannicchiata sotto le lenzuola, con gli occhi serrati stretti con la paura anche di respirare. Poi si cresce e il buio non ci spaventa più eppure forse troppe volte è più presente dentro di noi che non quando eravamo piccini, non solo è presente a vole purtroppo ci si crogiola anche dentro forse per paura di vedere la luce...
    L'idea di questo Mojitorzo è originale e sfiziosa!Ottimo per un aperitivo o una cena a buffet per stupire gli ospiti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Laura, hai davvero ragione.. il buio che resta dentro è quello che più spaventa. Ed è vero che delle volte ci si nasconde in esso, timorosi di vedere la luce. Forse ci si sentirebbe smarriti, scoperti.. eppure quella luminosità manca come l'aria! Ti ringrazio e sono felice che questa ricettina sia stata di tuo gradimento! Buonanotte, carissima. Di cuore. :)

      Elimina
  42. Ciao, che bellissima ricetta mi piace molto, così originale e sfiziosa!!!
    Come sempre il tuo scritto, racconta una grande verità, quante volte la paura ci impedisce di vedere come stanno veramente le cose, ma se riusciamo a superare i nostri timori, aprire gli occhi, vediamo che anche nel buio più nero si può scorgere una luce!!!
    Complimenti per il prezioso premio ricevuto e grazie di averlo condiviso!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il minimo condividerlo.. proprio perchè puro e raro.. come te, come ogni cuore che mi regala compagnia e dolcezza ogni giorno. Per me vale tanto. :) Che la notte illumini i tuoi sogni, cara Lauretta, regalandoti una luce impossibile da spegnere! :)

      Elimina
  43. Sarebbe il mio sogno più grande: superare le mie paure, vincerle e scoprire che davvero alla fine si può stare bene.
    Buongiorno dolce Ely...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei solo abbracciarti forte, forte, perchè posso tanto capirti.. dolcissima. E allora col cuore lo farò, sicura che insieme troveremo la forza per superarle tutte, quelle paure.. perchè non sei sola, non lo sarai mai. Ti tengo la mano.
      Buongiorno stella, scrivimi quando desideri.. ti abbraccio con affetto.

      Elimina
  44. bella bella come te!!E poi le foto..hai l'oro nelle mani tesoro mio!! ^_^
    Baci baci
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cara sei, Monica! Sei una stella! Lo stesso vale per te, puoi credermi davvero! :) Ti mando tantissimi bacioni e l'augurio per un fine settimana di luce.

      Elimina
  45. dolce cara Ely, perdona il ritardo...parto innanzitutto dal racconto, che trovo molto bello e profondo, bisognerebbe spiegare a tutti i bambini di non aver mai paura di quello che non conosco così i futuri adulti non avrebbe pregiudizi e non potrebbero conoscere il razzismo, un atteggiamento che mi fa stare male quando ne sento solo parlare..Per quanto riguarda la tua ricetta è davvero originale, fantastica presentazione e bellissima idea. Ti abbraccio fortissimo, ti penso. Questo weekend se riesco a trovare un pezzettino di tempo, ti scrivo una mail.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcissima Ale, allenare il cuore a vedere impedisce proprio di essere schiavi e vittime di pensieri ciechi e orribili. Sul razzismo mi trovi d'accordo.. l'essenza della vita è comune ad ogni creatura, al di là dell'aspetto, della forma o del colore. Sono felice che il mio orzo ti sia piaciuto.. ricambio il tuo abbraccio forte e aspetto, quando riuscirai, di leggere la tua mail. Con vero piacere, cara. Un bacio dal cuore e felice fine settimana!

      Elimina
  46. L'essere ciechi davanti alle cose ... una sacrosanta verità cara Ely!
    E' favoloso il tuo racconto, il primo che leggo, se devo essere sincera, perchè ti seguo da pochissimo ... il primo di tantissimi altri che avrò il piacere di leggere!
    Strepitoso il tuo mojitorzo ... un'idea davvero originale e colorata.
    Mi piaci da impazzire, posso dirtelo?? ;-))
    Un bacioneeee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che tenera sei! :D Certo che puoi dirlo, ti sono enormemente grata e ricambio! :) E' sempre bello quando vieni a trovarmi e non preoccuparti se è solo il primo che leggi: mi rendo conto che non sempre si ha il tempo di fermarsi a leggere qualcosa di piuttosto lungo, per cui fai pure con calma e quando ti è più congeniale. :) Ti porto ugualmente nel cuore. Grazie mille e un bacione a te!

      Elimina
  47. oh mia cara Ely, mi tengo sempre per ultimo il tuo post perchè voglio leggermelo con calma, a dir la verità aspettavo di trovare un attimo per scriverti anche in privato con calma, ma ultimamente sembra impossibile trovare un attimo per se.
    Purtroppo conosciamo spesso persone che si nascondono dietro a false verità, è sempre difficile venire allo scoperto.
    Sei sempre molto creativa anche in cucina, adoro queste insalate tiepidine, se poi ci sono i frutti di mare e magari anche un bicchierino di vin bianco ghiacciato allora non potrei chiedere altro
    Faccio di tutto per scriverti più tardi, ho mia nipote sempre a cena, ti racconterò.
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesorina mia.. non preoccuparti! Ho immaginato che fossi molto occupata e io attendo quando puoi, senza alcuna fretta. Come sai, resto sempre qui.. per te poi a maggior ragione. :) Ti inviterei volentieri a mangiare quest'insalatina d'orzo con me, metterei in frigo il vino bianco più buono.. ma credo che stasera sia una sera importante e attendo di sapere com'è andata, stella mia. Un bacio grande grande, ti voglio bene Sabi! :)

      Elimina
  48. resto sempre incantata ogni volta che passo di qua, e ti ammiro ogni giorno di più...per ciò che scrivi, per ciò che cucini, e mi sembra quasi di conoscerti meglio...ogni giorno di più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Aria, posso dire con piacere che sono felice che tu senta di conoscermi meglio.. sempre di più. E' quella la strada che collega cuori e anime, disegnando i contorni di ciascuno di noi.. quella sagoma unica che ci definisce nella vita. Accogliere la tua presenza è un vero onore, poichè sei tanto pura, forte e sensibile. Ti abbraccio forte :)

      Elimina
  49. Ely, querida amiga, estaba segura de haberte dejado ayer un comentario a esta preciosa entrada y hoy cuando he llegado a desearte un fin de semana feliz, no he podido encontrarla.
    Estoy cierta que la escribí (recuerdo perfectamente las palabras que empleé)pero quizás no dí correctamente a enviar( no esperé a la verificación del comentario seguramente), pero bueno, quería que lo supieras.
    Ayer te hablaba de que cada día lucho por superar mis miedos "internos", esos fantasmas que procuran sufrimiento y que traen oscuridad al corazón.: el miedo a la soledad, al futuro incierto,a las pérdidas de los seres queridos...
    Como el miedo a la oscuridad hay que enfrentarse a ellos, hacerles frente, buscar dentro la forma de asumirlos con paz.
    La vida es siempre un aprendizaje y una superación continua.
    Querida Ely tus platos siempre saludables, como tus historias,siempre buenas para nuestro corazón y nuestra mente.
    A veces te imagino como el hada madrina buena y protectora de los cuentos infantiles,bondadosa y hermosa, dispuesta siempre a ayudar.
    Mi deseo de una noche apacible , sin miedos ni fantasmas y un amanecer luminoso y alegre.
    La tua stella ti manda un abbraccio grande con tutto il suo amore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh dolce Maria.. non so cosa possa essere successo, ma l'importante è che io adesso riesca a leggere il tuo commento con molto piacere. Hai ragione sulla vita, è un continuo imparare, comprendere e affrontare momenti di buio terribili.. per ricavarne della luce. Tu sei davvero una persona meravigliosa, con una grande luce dentro: nonostante le difficoltà della vita riesci sempre a brillare anche nel buio, traendo da esso tutto ciò che di buono puoi trovare. Non è da tutti, cara amica. Ti ammiro immensamente per ciò che riesci a comunicare con gioia, anche quando dentro di te il sorriso è spento. Eres realmente una estrella, dulce Maria..muy brillante y hermosa. Un abrazo con mucho afecto para ti, y un beso luminoso como su corazòn.. buenas noches, amiga mia.
      p.s. sono contenta che il mio orzo ti sia piaciuto: anche le tue ricette sono sempre meravigliose, salutari e colorate! Uno splendore! :)

      Elimina
  50. Sei stata geniale!!! Un piatto squisito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie cara! :D Davvero! Un abbraccio e una felice domenica! :)

      Elimina
  51. che belle ricette sul tuo blog....sono capitata qui per caso ma mi sono iscritta tra i tuoi sostenitori...così mi tengo aggiornata sulle tue belle ricette....se ti va passa a trovarti e fai altrettanto...ti aspetto..stefy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Stefy! :) Ti ringrazio, certamente verrò a trovarti! :) Un bacione e serena notte! :)

      Elimina
  52. Todo se ve deliciosos por aquí.
    Felicitacines por el premio, muy merecido.
    Abrazos.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muchas gracias, Rayèn! Un abrazo grande y un beso para un dulce dia! :)

      Elimina