sabato 5 ottobre 2013

Un augurio speciale e.. un grazie a Taste&More!

Si racconta che secoli e secoli fa esistesse un gentile e onesto artigiano di nome Cuauhtémoc: egli abitava nei pressi del villaggio di Capachica, sulle rive del vasto e millenario lago Titicaca. 
Il suo animo era grande e generoso, nobile e modesto; il suo cuore era umile e volenteroso, benedetto dagli déi che lui tanto amava. Lavorava mestamente ogni giorno, onorando con il sudore della fronte quell'innegabile talento che gli spiriti avevano saputo donargli attraverso l’abilità insita nelle sue mani: creava instancabilmente ariballoi dalla delicata fattura, gioielli decorati e damaschinati in piombo, rame e stagno; realizzava meravigliosi strumenti musicali e flauti sofisticati, per celebrare in armonia persino la potente gloria divina.
Cuauhtémoc era devoto al suo lavoro quanto ad un unico amore, Itzayana, sua carissima sposa: non passava istante che non vivesse dei suoi sorrisi, larghi come spicchi di luna; non passava momento che non si sentisse rapito dal profumo pungente e fiorito dei suoi lunghi capelli lucidi e scuri, ogni volta che gli si sedeva accanto per dividere con lui un po’ della squisita chica morada che lei soleva preparare ogni pomeriggio. L’abile artigiano si sentiva realizzato e felice ogni istante che poteva stringerla a se e sentirla parte della sua stessa anima, vita della sua stessa vita.
Un giorno però la dolce Itzayana si ammalò: non ebbe inizialmente più forza di camminare, poi non ebbe più energia per parlare; non riuscì più a preparare quella deliziosa bevanda al mais nero che Cuauhtémoc tanto bramava. 
Finì per non illuminare più la notte dell'artigiano con grandi sorrisi di luna: lentamente si spense, chiudendo gli occhi per sempre. E all'uomo, ormai solo, parve di non avere più un senso nel mondo: osservava la sua pallida sposa avvolta nella delicata anacu turchese, stretta in vita da una cintura variopinta, non riuscendo in alcun modo a darsi pace. Invocò così il grande Viracocha, signore di tutti gli dèi, perché lo ascoltasse  e riportasse in vita il suo unico amore; gridò alle nuvole tutta la sua disperazione e il suo dolore, ma il cielo restò muto e Cuauhtémoc pensò con rabbia che la devozione di una vita non fosse servita a nulla.
Caricò dunque il corpo della sua sposa su una modesta barca di legno e, rassegnato, pensò di dirigersi verso l’isola di Amantanì: decise che là, all'alba, le avrebbe dato degna sepoltura.
In preda al dolore e alla sofferenza, pensò però che non avrebbe mai lasciato sola la bella Itzayana: <Se tu non puoi tornare da me> le sussurrò tra le lacrime <Allora resterò io con te per sempre>
E così dicendo, passò tutta la notte ad intagliare un fresco ciocco di legno verde, scalpellandolo con tutto l’amore che aveva in corpo e donandogli una graziosa forma di cuore.
Prima di richiudere la tomba, sotto il tocco dorato dei primi raggi di sole, posò dunque quel tenero pensiero sul petto della donna: fu il suo ultimo e solenne saluto.
<Questo è il mio cuore, amore mio. Un giorno ti raggiungerò e allora questo legno non sarà più un mero chirimuya; non sarà più un freddo seme. Questa modesta scultura palpiterà a nuova vita e il mio petto vivrà eternamente nel tuo> le sussurrò Cuauhtémoc bagnandola con caldissime lacrime, prima di terminare il rito e tornare al villaggio.
E ogni giorno, per anni, l’uomo non mancò di farle visita: remò avanti e indietro dall'isola anche quando invecchiò e le forze lo abbandonarono; anche quando pareva aver perso la fede e la speranza che il cielo lo ascoltasse, lo consolasse e lo salvasse. Fu così anche durante quel dorato tramonto, quando il buon Cuauhtémoc chiuse gli occhi per l’ultima volta, piegato sul sepolcro della sua amata Itzayana. Eppure un amore così grande non poteva restare nascosto per sempre. 
Il signore degli déi, Viracocha, squarciò in quel momento le nubi e posò lo sguardo sull'uomo ormai privo di vita; soffiò commosso sul sepolcro e radunò il forte Inti e l’argentea Mama Quilla, rispettivamente signori del sole e della luna. Pregarono la madre terra Pachamama di accogliere la loro supplica e così, con la benedizione dell’alito divino, gli déi fecero sì che i due amanti potessero risorgere a nuova vita: sul sepolcro crebbe vigoroso un piccolo arbusto che si fece nel tempo albero, simbolo eterno del fecondo amore di Cuauhtémoc e Itzayana. Ora quel cuore di legno verde non giaceva più sterile e freddo in una tomba, ma adornava a grappoli le belle braccia della pianta: fu chiamato Cherimoya, frutto cremoso e succoso; amabile e avvolgente come un bacio d’eterno amore.

A te, mia dolcissima Sabi! Perchè il mio cuore resterà sempre con il tuo, dovunque sei e sarai; perché la mia amicizia profonda e il mio affetto saranno sempre al tuo fianco, palpitando senza fine in un sentimento eterno. Sei speciale amica mia, non dimenticarlo mai. Buon compleanno, tanti auguri perché questa giornata ti porti tanta luce, bene e calore: siano tutti esauditi i tuoi desideri e la pace avvolga la tua vita donandoti la gioia infinita che meriti! Ti voglio bene, sono con te! 


Crema vellutata di cherimoya allo sciroppo d'agave e semi di vaniglia

145 gr di polpa di cherimoya*
100 gr di mela annurca
30 ml di sciroppo d'agave
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio scarso di zucchero di canna integrale
semi di mezza bacca di vaniglia

Unire la polpa di cherimoya alla mela a pezzetti e frullare insieme con un cucchiaio di succo di limone. Unire lo sciroppo d'agave, lo zucchero e i semi della bacca di vaniglia. Mettere in un pentolino antiaderente a bordi spessi e portare ad ebollizione fino a che il composto non assumerà una consistenza vellutata e corposa.
Travasare in un vasetto sterilizzato per conserve e capovolgere perché si formi il sottovuoto. 

* questo frutto così particolare l'ho reperito casualmente negli ipermercati Il Gigante. Lo specifico in modo che possiate eventualmente recarvi in uno di questi centri e acquistare un piccolo cuore tutto per voi. Non riesco mai a resistere davanti a creature così particolari, tanto che era impossibile per me non fantasticarci un po' sopra: chissà la gente cosa penserà, quando ogni tanto mi vede sospirare e commuovermi davanti ad una cassetta di verdura! 

Anche se di questi tempi non posso essere molto presente, non potevo mancare nemmeno per ringraziare le dolcissime amiche del magazine Taste&More, che mi hanno dato l'opportunità di collaborare con loro attraverso il mio piccolo e modesto contributo.
Un grazie dal verde cuore anche a voi, dunque. La passione che mettete in tutto ciò che fate, la bellezza delle emozioni che comunicate e la gioia che sapete trasmettere attraverso immagini e sapori è qualcosa di unico! 
Vi abbraccio forte forte, una per una. Ed ecco il nuovo numero.

                                                         

Un ringraziamento va infine alle care Ila e Gwendy per avermi assegnato un nuovo e gradito premio: siete state proprio carine a pensare a me. Ricambio con tanto affetto quel bene che mi donate, restituendolo a mia volta a tutti coloro che passeranno di qui! 


A presto, carissime/i. Spero di poter tornare ad essere più presente quanto prima. 
Intanto vi mando un bacio con affetto e un augurio perché tutto possa procedere sempre come meglio desiderate! 



149 commenti:

  1. Una storia struggente tesoro che a tratti mi ha ricordato quasi Romeo e Giulietta....quelle storie dove l'amore supera tutto..il tempo, la disperazione, il dolore...lui era li dalla sua amata e come sempre tu sai toccare il mio cuore!Questo frutto non l'avevo mai visto è la prima volta che lo vedo e ne sento parlare ed è un incanto e la sua forma è veramente un dolcissimo cuore dolce come il tuo amica mia!!
    Ti voglio bene e mi manchiiiiiii!! Un abbraccio grandissimo,
    Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tesoro... quanto sei cara. Anche tu mi manchi, spero di poter tornare presto ad essere presente, purtroppo ultimamente la vedo grigia. Approfitto per mandarti un bacione e ringraziarti tanto tanto <3 Questo fruttino l'ho trovato come sempre in un ipermercato, appena l'ho visto ho pensato fosse troppo bello per non fantasticarci sopra! <3 Sai che dicono che si coltivi ultimamente anche in Puglia e a Reggio Calabria? TVTTTB un baciotto! <3

      Elimina
  2. Come sempre mi riempi il cuore di commozione, leggerti è una gioia ♥
    La tua ricetta di oggi è veramente particolare, speciale come te.
    Complimenti per la collaborazione cara Ely, meriti questo ed altro, un abbraccio fortissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara stella.. sei tu che sei speciale e sono io ad essere gioiosa quando ti sento così vicina al cuore! <3 Grazie, grazie davvero e un abbraccione forte! <3

      Elimina
  3. Grazie Ely cara! Leggerti è un regalo. Come stai? Un forte abbraccio e a presto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima.. eh, diciamo che tiriamo avanti, aspetto tempi migliori ma in quelli meno buoni ci si rimbocca le maniche :) Sei sempre tanto cara e ti mando un bacione! <3

      Elimina
  4. Cara Ely ogni tuo racconto trasmette amore e sei sempre capace di commuovere e incantare. Questo frutto particolare l'ho assaggiato molto tempo fa, grazie per aver condiviso questa dolce ricetta! Ti abbraccio forte e ti auguro un felice fine settimana! :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite, stella. <3 Anche io ti abbraccio forte forte, per me è stata la prima volta che ho avuto a che fare con questo bel frutto a forma di cuore. Nemmeno mi sono messa a cercarlo, è spuntato da se nel reparto frutta del supermercato... e come non vagare con la fantasia? :D Un bacione e buon week end a te! <3

      Elimina
  5. Una commovente storia d'amore, fedeltà, rispetto, struggente ma bellissima! Ho già visto questo bel frutto ma non ne conosco il sapore! La tua collaborazione alla rivista sarà preziosa, complimenti!
    Ti abbraccio Ely, forte, forte!
    Candida

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ti abbraccio, dolce Cadè.. proprio stretta stretta! <3 Ti ringrazio con tutto il cuore e spero allora che avrai modo di assaggiare questo fruttino presto! :) Un felicissimo fine settimana!

      Elimina
  6. piccolo e modesto contributo??!??! con le tue parole dai alla rivista un contributo poetico e un tocco magico, sei bravissima e il racconto che ci hai donato è stupendo!!! come questo, credo il più bello che tu abbia scritto, ho il lacrimone!!! non conosco questo frutto, però ò troppo bello!! sei stupenda! un bacione tvb!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei troppo buona, cara amica... il mio non è che un modesto contributo al vostro lodevole lavoro. <3 Grazie, grazie davvero e sei tu che sei stupenda, credimi! Un abbraccio enorme e spero tu possa trovare questo frutto presto (se ci sono ipermercati Il Gigante nella zona, di certo non farai fatica a reperirlo, stella!) TVTTTB

      Elimina
  7. Tesoro ma che dolcissimo post…mi hai fatto tornare il sorriso un po' di fiducia nel prossimo ^_^
    6 Unica! A prestissimo <3<3<3<3<3<3
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che tenera sei, Consu <3 Un bacione grande e spero davvero a prestissimo <3 <3 Smuackkk, sei un tesoro!

      Elimina
  8. Sei un'amica preziosa, dolce Ely <3 Sabina sarà felicissima, le tue parole arrivano dal cuore e sono un tesoro prezioso :) <3 Non conosco questo bellissimo frutto, adesso sono curiosa! :D Tu bravissima come sempre, in tutto ciò che fai! I tuoi racconti mi fanno emozionare.... e adesso vado a vedere il nuovo numero di Taste & More! Complimenti di vero cuore, amica mia!!! Ti auguro tutto il bene e la gioia del mondo, ti voglio bene <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cara sei, dolce Vale. In teoria mi hanno detto che la cherimoya è più facile da reperire al sud, proprio perché da qualche tempo ne hanno iniziato le coltivazioni per via del clima favorevole: spero proprio tu possa reperirla presto, in modo da assaggiarla! :) Ti ringrazio come sempre delle tue care parole e ti stringo forte forte, amica mia! I tuoi auguri sono gli stessi che rimando a te, con tanto affetto <3 <3 TVTTB

      Elimina
  9. Che bello Ely che meraviglioso racconto hai creato, una storia d' amore eterna. Sono commossa. E che bello questo frutto simile ad un cuore deve avere una polpa succosa e dolce. Complimenti mia cara.Un abbraccio grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, tenera Vero. Delle volte ci sono cose che mi rapiscono a tal punto da ispirarmi profondamente.. appena ho visto questo frutto strano è stato impossibile non pensare ad un pegno d'amore, scolpito nel legno :) TVTTB un abbraccio tesoro mio!

      Elimina
  10. Cara Ely tu sei un'anima dolce, nobile e delicata ed il tuo contributo non è mai umile bensì un grande dono per chi lo riceve :) Non conoscevo questo frutto splendido e prelibato :) Complimenti per tutto :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona, carissima Luna. Davvero <3 Sei tenera e dolce come sempre, amica mia. Grazie, con tanto affetto. <3 Un bacione e a presto, spero a prestissimo :)

      Elimina
  11. Congratulazioni per il contributo alla rivista!Grazie sempre per i tuoi racconti,le tue ricette e la tua gentilezza!Un augurio anche a te di ciò che desideri!Te lo proprio meriti!Bacissimi,Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, dolce rosellina di Maggio. Spero che anche nella tua vita le cose più belle possano sbocciare come il fiore che sei. Ti stringo forte forte! <3 <3

      Elimina
  12. Che bella ricetta con il cherimoya, ho una pianta in giardino ma non ha ancora fatto i frutti, penso che ci vorrà un po' prima che cresca, l'avevo comprata al mercato sudamericano piccola piccola, comunque ha delle belle foglie :-). E che bella storia, dolce e romantica. Congratulazioni per il lavoro in Taste&More.

    Ciao
    XXX
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aleeee! :D Davvero hai la pianta in giardino? Che bello, quanto la vorrei.. ho tenuto i semi ma credo che in questa orrenda e fredda pianura non metterà radici facilmente: fanno fatica a spuntare le margherite, certi anni, per protesta! :D Figurati una pianta così particolare! Che darei per fare un giro con te al mercato sudamericano, cara!! <3 Grazie, grazie davvero. Un bacione immenso!

      Elimina
  13. ho un nodo in gola che neanche immagini, non trovo nemmeno le parole per ringraziarti come vorrei.
    Hai scritto una storia bellissima e questo frutto non lo conoscevo. Il regalo più bello è la nostra amicizia pura e sincera.
    Ti voglio tanto bene e ti ringrazio dal profondo del mio cuore
    Sabina
    p.s naturalmente ti faccio anche i complimenti per questa collaborazione, ma avremo modo di parlarne poi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello il mio tesoro <3 <3 Non potevo che donare a te un frutto così bello, un cuore dal significato eterno. Sei così speciale e voglio che tu sappia che il bene che ti voglio è incalcolabile!! <3 <3 Certo che ne parleremo, molto volentieri cucciola! :D Intanto goditi questo giorno in cui ogni cosa deve essere speciale: ancora buon compleanno, amica mia! Tanti tanti tanti auguroni!! <3 <3 TVTTB

      Elimina
  14. O mamma mia bellissima questa storia.. davvero.. con un finale così emozionante.. un albero che è nato dall'unione di due anime.. insieme per sempre!!! Non conosco quel frutto lo sai??? chissà questa crema che delizia!!! E dolcissime anche le tue parole per Sabina.. non sapevo fosse il suo complanno.. mi unisco a te per gli auguri!!!!!! Ti abbraccio.. e ti auguro un felice week- end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se riesco a reperirne un altro poco, visto che colgo l'occasione a seconda della frutta strana che mi capita casualmente di trovare.. ne preparo un pochino da mandarti, cara stella! :) Sabi sarà felice per i tuoi auguri.. e io ti mando un abbraccio grande e bello come il cielo, dolcissima! TVTB!

      Elimina
  15. Tesoro è una leggenda stupenda. Dove l'hai scovata. Le mie ricerche sui miti maya e aztechi non producono mai tanti risultati...è splendida davvero! Come questa tua ricetta di questo frutto che non conoscevo...bellissimo da non sembrar vero!
    Un bacione donnina di luce!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amica mia! Sono felice che ti sia piaciuta... in realtà questa storia me la sono inventata. Un colpo di fulmine, guardando quel frutto che sembrava scolpito nel legno: poi le divinità sono realmente quelle antiche degli Inca, ma ci ho fantasticato un po' sopra :) Del resto mi dovrò presto occupare di archeologia funeraria della mesoamerica e questo frutto ha un suo perché nelle antiche tradizioni: i suoi semi venivano depositati nelle tombe con valore apotropaico :) E' un frutto grazioso, vero? Mi è quasi dispiaciuto tagliarlo! <3 Un abbraccione, stella vera. Come stai?

      Elimina
    2. Tesoro dolce, di certo la generosa Pachamama te l'avrà sussurrata all'orecchio ;) E' cosi bella che sembra davvero arrivi da uno dei libri di Moctezuma. Non conoscevo questa parte di te, parlando degli studi che stai facendo. Quando inizi a occuparti di archeologia funeraria, magari ti chiedo consigli su qualche lettura. Io, per mio percorso personale, sto facendo ricerche sulle tradizioni legate alla nascita e alla morte del popolo carpatico...e mi piacerebbe poter fare i confronti con gli altri popoli. Quel frutto che le tue delicate mani di fata stringono, sembra fatto di lana cotta, feltro. E' bellissimo! Spero di trovarlo in giro ;)
      Un bacio grande

      Elimina
    3. Amica mia.. è da anni che studio archeologia funeraria ormai! :) Sono archeologa ed è il mio indirizzo specifico. Chiedi pure quello che desideri e se potrò aiutarti ne sarò molto felice, credimi! :) Spero che potrai trovare questo frutto tanto dolce.. se potessi te lo porterei io di persona! Un bacissimo stella, buonanotte <3

      Elimina
    4. Ohhh, ma che meraviglia mi dici. Ancora un pò e piango di emozione. Mio martito che è accanto a me fa: non è che ha bisogno di due assistenti gratis?!!!! :D Hihihihi....il mio dolce Quetzalcoatl che se potesse si teletrasporterebbe dall'altra parte del globo :)

      Elimina
  16. amica mia tu sei speciale!!
    riesci sempre ad emozionarmi con le tue parole...
    ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ti abbraccio proprio fortissimo... sei troppo dolce, Barbarina. Ti mando un bacio e un augurio per un fine settimana splendido <3 <3

      Elimina
  17. E' una storia bellissima, davvero!!
    E che bel frutto, non l'avevo mai visto, è proprio a forma di cuore, non ho idea di che gusto abbia ma una cucchiaiata di quella superba crema lo prenderei eccome!!
    Un abbraccio cara Ely!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice che ti piaccia, Silvietta! :D La consistenza è quasi burrosa, ma insieme alla mela diviene vellutata come quelle polpe di frutta tenere e delicate che amavamo da piccini <3 Un abbraccio a te, con tanto bene! :)

      Elimina
  18. Una splendida storia d'amore... di un amore eterno e che supera tutto e tutti..una ricetta ricercata e raffinata la tua... una donna splendida tu, dolce, attenta scrupolosa, romatica... mi manchi tanto e ti penso spesso. Sono in partenza per uno stage in Inghilterra con i miei alunni... ti penserò molto e mi farò sentire al rientro! Bacetti

    RispondiElimina
  19. Una storia d' amore commovente e meravigliosa. La tua amica ha ricevuto il più bell' augurio che si possa desiderare. Congratulazioni per la rivista ed i premi. Sai che non avevo mai visto prima questo frutto?
    Bacioni
    Alessandra

    RispondiElimina
  20. I tuoi racconti mi emozionano sempre e sono sempre bellissimi!
    sai che non conoscevo questo frutto ? ! La ricetta è fantastica!
    Baci e buon we

    RispondiElimina
  21. Una storia meravigliosa,proprio come sei tu!!! Sono felice di averti conosciuta, l'amica che tutti vorrebbero!!!Ti voglio tanto bene!!!!!!
    Questo frutto non l'ho mai visto, da oggi lo cercherò per provare questa tua fantastica ricetta!!!
    Ti saluto con un abbraccio fortissimo e con tanto affetto!!! A presto!

    RispondiElimina
  22. Carissima Ely, com'è che mi commuovi sempre? Quanto alla collaborazione: chi se non tu? Sei bravissima, praticamente perfetta sotto ogni blogger-profilo! Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
  23. Le tue parole riescono sempre ad arricare diritte al mio cuore e magicamente a lasciarci sempre un segno a volte piccolo a volte grande... questa volta grande!!!!
    Invece davanti a questo frutto a me completamente sconosciuto rimango allibita dalla sua forma e dalla sua bellezza, è come vedere la concretezza del tuo essere ... un caldo cuore dolcissimo, puro e bellissimo!
    Grazie di esistere amica mia! TVB
    Alice

    RispondiElimina
  24. Che frutti splendidi e idee particolari, cose mai viste, curiosa curiosa.... Bravissima Ely

    RispondiElimina
  25. ...senza parole!

    http://ce-que-je-aime.blogspot.it/

    RispondiElimina
  26. Tesoro ho sfogliato e letto anche il tuo passo. Altro che piccolo contributo.. Sei speciale tesoro mio! Tu fai la differenza sai?
    E anche questo post e' l'ennesima dimostrazione. Non solo sensibilità ma anche cultura perché in ogni passo, ci introduci nuove culture e popoli.
    Che ricetta particolare tesoro ! Le tue mani poi sono così tenere.
    Volevo scriverti con calma Purtoppo sono sempre di corsa. Ma sai che ti voglio bene e ti penso spesso <3

    RispondiElimina
  27. quella storie che ci fanno sognare e vivere dentro a un film in cui non si vorrebbe mai uscire, ricetta sullo stesso livello :-)

    RispondiElimina
  28. Che bella storia d'amore.
    Non conoscevo questo frutto dal verde cuore, se dovessi vederlo a supermercato penserò alla tua bella storia.
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  29. Ciao Ely, mi unisco agli auguri alla tua amica Sabi. E' fortunata ad avere accanto un gioiello come te.
    Ti abbraccio e grazie per tutto ciò che offri.
    bacione

    RispondiElimina
  30. Le tue parole fanno sempre riflettere......Grazie! Susy

    RispondiElimina
  31. E' sempre un piacere leggerti, ti ho pensata proprio ieri ed oggi ti leggo con immenso piacere tesoro.. Resto dell'opinione che le tue storie dovresti scriverle e pubblicarle :-) Adesso vado a vedere il giornale e spero tu stia un pò meglio, splendida e come sempre particolare ogni tua ricetta.. un bacione enorme

    RispondiElimina
  32. Ma tu non sei di questo mondo!!!!! Ti adoro Ely!!!!

    RispondiElimina
  33. Que linda historia Ely me encanta la chirimoya aquí en chile es muy abundante de hecho tengo un chirimoyo pero aún no da frutos,tengo varias recetas con esta rica y aromática fruta,abrazos.

    RispondiElimina
  34. Sei unica, vorrei vederti quando sospiri davanti alla cassetta di verdure :-)))
    Se lo trovo lo compro sicuro...speriamo solo di trovarlo anche altrove perché qui i supermercati Gigante non ci sono :-(

    RispondiElimina
  35. Da te c'è sempra da imparare, conosci un sacco di cose, ma soprattutto sai arrivare in fondo al cuore con le tue storie.
    Buona domenica

    RispondiElimina
  36. Non conosco questo frutto, la ricetta è splendida ed il tuo contributo a Taste&More è grandissimo. Un abbraccio grande e grazie.

    RispondiElimina
  37. cara amica, è un post davvero sincero e dolcissimo come sei tu. non so davvero cosa aggiungere, hai un gran cuore.
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  38. Che bel racconto degno di questo frutto speciale che non conoscevo. Come sempre sei bravissima nel raccontare storie emozionanti! Ti abbraccio tesoro.
    Alice

    RispondiElimina
  39. tesoro...riesci sempre a toccare il cuore di chi ti legge, hai il dono straordinario di essere profonda ma leggera come un battito di ali di una farfalla, attendo sempre con trepidazione i tuoi post e quando esco dal tuo blog mi sento meglio, grazie per tutto quello che riesci a donarci...Questa è una ricetta magica, non saprei dove trovare la cherimoya ma immagino sia deliziosa se l'hai scelta..Ti abbraccio forte e ti auguro una serena domenica...

    RispondiElimina
  40. Questa crema è una vera delizia! :D Complimenti Ely! ^__^

    RispondiElimina
  41. veramente originale e delizioso!!! sei super!

    RispondiElimina
  42. Ciao tesorino..che belle parole che scrivi.
    Cerco sempre di non commuovermi, quando ti leggo, per non fare brutta figura con i miei bambini.
    Ti salutano e ti ammirano .
    Bellissima e originale la tua ricetta.
    Un mega mega abbraccio e un bene per sempre!!
    Incoronata

    RispondiElimina
  43. Posso immaginare lo sguardo interrogativo delle persone mentre osservano la tua commozione di fronte a un cesto...di verdure. :D
    Divertente immagine, che un po' ridimensiona la mia commozione dopo aver letto questa storia.
    Come accade spesso, le tue storie sembrano avere un filo diretto con quello che vivo o penso in un determinato periodo.
    Che dirti di più, non mancare per troppo tempo; ti aspettiamo!

    RispondiElimina
  44. Grazie Ely perchè le tue parole e le tue ricette sempre fonte d'ispirazione e di riflessione
    un abbraccio

    RispondiElimina
  45. Ely, siempre con tus historias fantasticas y esas recetas espectaculares. Te cuento que vivi 2 años en Ecuador 92-93, y en esos momentos estaban tratando de imponer esta fruta tan especial justamente en Europa, besos

    RispondiElimina
  46. Elisa,ti vedo a sospirare davanti ad una cassetta di frutta... eheheheheh sei troppo forte...e anche, troppo brava! nel raccontare ,nel cucinare e soprattutto nel trasmettere il tuo <3
    abbraccio grande
    Lieta

    RispondiElimina
  47. Carissima amica,meriti tutte le soddisfazioni del mondo,oltre alla dolcezza che trasmetti con i tuoi racconti sei una persona di una grande umiltà ed un'ottima cuoca! Buona domenica tesoro!

    RispondiElimina
  48. Ciao Ely, come va?
    Ultimamente ero un po' imegnata quindi non sono potuta passare da te. ^^
    Finalmente!!!
    Come sempre mi riempi il cuore di commozione!!!
    E' sempre piacere leggerti!!! ^______________^

    RispondiElimina
  49. Sei sempre molto delicata e gentile...a presto!

    RispondiElimina
  50. Tu mi sorprendi sempre Ely!!! Per i tuoi bellissimi ed emozionanti racconti e per gli ingredienti delle tue ricette, sempre così affascinanti!!!:) Un bacione cara amica!!!!! Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  51. Ma che bella storiaa <3 mi stupisce come nonostante tu abbia , le insicurezze, lo scoraggiamento riesca sempre a dare con i tuoi racconti tutta questa speranza.
    Questo frutto sembra spettacolare, io è difficile che trovi frutti esotici nei miei supermercati, il massimo sono mango e papaya..ma quando succede di trovare qualcosa di un po' più particolare mi emoziono proprio come te, quindi ti capisco eccome :D
    un abbraccio amica dolce :)

    RispondiElimina
  52. incantata e con gli occhi lucidi...........

    RispondiElimina
  53. Ely, che gioia che provo quando finalmente ti ritrovo!!!! magnifico il tuoracconto....struggente ma sempre carico di speranza!!!
    questo frutto non lo conosco ma immagino che tu riusciresti a rendere fantastico anche un sasso!!!! sono felice della tua collaborazione con questa belle rivista perchè puoi dare un contributo , certanmente, efficacissimo, alla diffusione di preparazioni, finalmente originali, senza andare a discapito del gusto. Un bacione e mille auguri per te e la tua vita!!!!

    RispondiElimina
  54. Ely me pone muy feliz que hayas dado a conocer una leyenda sudamericana y que la hayas completado magníficamente con una receta.
    Besoss hoy desde
    http://siempreseraprimavera.blogspot.com

    RispondiElimina
  55. Cara Ely, ogni volta che Ti leggo i Tuoi racconti come le Tue ricette mi stupiscono sempre...sei speciale Tu.
    Non conoscevo questo frutto, grazie per avermi regalato una dolce nuova scoperta e complimentoni per i traguardi meritati.
    Ti voglio bene
    Antonella

    RispondiElimina
  56. Che bello che questa storia d'amore abbia un lieto fine! Per un attimo ho temuto...
    Un forte abbraccio!! :)

    RispondiElimina
  57. Ma che frutto meraviglioso e che favola commovente tesoro! Secondo me è dolcissimo sapere che esistono persone come te cara, così piene di amore da commuoversi di fronte ad una cassettina di frutta. Una foto bellissima quel piccolo cuore nelle tue mani^^ sono felice di risentirti, ti ho pensata spesso, un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
  58. Ely carissima, una dolcissima e commovente dedica ad una persona splendida...Sabina!!!
    Anche se purtroppo solo virtualmente, sono felice di averti conosciuto, sei davvero una persona speciale e grazie per avermi fatto conoscere questo bellissimo frutto!!!
    Ti abbraccio...

    RispondiElimina
  59. La verità è che io sono rimasto senza fiato per la bellezza, la semplicità e l'unicità della ricetta che ... di star bene e di farci riempire il cuore con le cose buone!

    RispondiElimina
  60. Che bello il tuo racconto, è sempre un piacere leggerti. Complimenti per la tua favolosa ricetta. Un abbraccio, buona settimana Daniela.

    RispondiElimina
  61. Quanto amore in questo racconto mia dolce Ely! Bellissima ricetta con questo meraviglioso frutto!
    Complimenti per la tua collaborazione, ti auguro tante soddisfazioni...meriti il meglio! Il mio cuore è sempre con te!

    RispondiElimina
  62. Come te davanti alle cassette di frutta e verdura al supermercato, chissà cosa penseranno di me i miei colleghi vedendomi commuovere davanti alle tue storie, capaci sempre di aprirmi il cuore. E che bellino é quel frutto? Non ne conoscevo nemmeno l'esistenza. Cercherò se esiste anche dalle mie parti. Un bacio

    RispondiElimina
  63. Io arrivo sempre tardi e mi spiace tanto.
    Vorrei essere una delle prime a lasciarti un commento, un bacio ed un riscontro al tuo post ma la mia vita è sempre una corsa frenetica...
    Poi la cosa bella è che qui scopro sempre cose nuovissime, frutti che trovo incredibili e stupirmi è una cosa da pochi lo sai.
    Ma tu ci riesci sempre in mille modi.
    Ti mando tanti baci e ti auguro una splendida settimana.

    RispondiElimina
  64. Che bella storia :-) E che frutto sensazionale hai scovato! Un bacione fortissimo ^_^

    RispondiElimina
  65. I tuoi racconti e le tue ricette toccano sempre il cuore :) buona settimana cara amica, un abbraccio

    RispondiElimina
  66. Se incontrassi una fanciulla pensosa, che sospira e si commuove davanti ad una cassetta della frutta, io l'abbraccerei forte forte..... :)

    RispondiElimina
  67. Complimenti ely, sei veramente unica!

    RispondiElimina
  68. Meravigliosa splendida storia, amica mia. Che l'amore per il nostro compagno di vita resti sempre nella nostra anima, anche dopo la morte. La sento particolarmente vicina questa verità e la ricorderò anche il 12 ottobre, quando la sposa che è dentro di me ricomincerà a correre verso lo sposo che la aspetta in chiesa da 11 splendidi bellissimi anni!
    Grazie!
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  69. Ely cara eccomi qui, che dirti, che ogni volta mi emoziono? Che mi sorprendo per le tue ricette? Oramai lo sai vero? Con immenso affetto! Ely

    RispondiElimina
  70. Cara Ely
    Il post é bellissimo, come bello la vostra amicizia.
    la ricetta é originale, vorrei assaggiare.....
    Un abbraccio.
    Thais

    RispondiElimina
  71. Una donna con un cuore unico... e a quel cuore voglio bene.. tanto bene!

    RispondiElimina
  72. Ely ti conosco da poco ma ogni volta che ti leggo mi emozioni, grazie e complimenti per la particolare ricetta.
    Baci
    Enrica

    RispondiElimina
  73. ... e che te lo dico a fare? Sei un fiore, delicato e invincibile allo stesso tempo! Hai sempre delle parole dolcissime per dare forza e sicurezza a chi ti legge... Ti voglio un gran bene! Un bascio grandissimo! PS Fortunata la tua amica ad averti accanto!

    RispondiElimina
  74. I tuoi post sono delle finestre che si aprono su popoli e culture lontane.
    Ma il cuore dell'uomo rimane ovunque lo stesso.
    E' una storia splendida!
    Ogni volta ci fai imparare delle cose nuove...grazie cara!
    Un bacione grande, a presto!

    RispondiElimina
  75. Che bella storia Ely... leggerla oggi, giorno del mio anniversario di matrimonio, mi ha emozionato. Grazie... e grazie anche per questa ricetta così esotica.
    Simona

    RispondiElimina
  76. come sempre una storia emozionante come la forma di questo frutto che non conoscevo, ma che ora dovrà essere mio sono troppo curiosa di assaggiarlo. complimenti per il premio e la collaborazione a presto baci

    RispondiElimina
  77. Ciao Ely,
    mamma mia che bella storia, un'emozione... grazie per tutto quello che pubblichi!
    La ricetta davvero, davvero unica :) complimenti cara amica! T.v.b Antonella.

    RispondiElimina
  78. Ely, amica dolcissima che meravigliosa storia d'amore ci hai raccontato! Anche io sono poco presente ultimamente, purtroppo, mi spiace moltissimo passare così di rado da te che invece meriti tanto affetto e tana gioia nel cuore! Che bello saperti adorante di fronte ad un frutto tra gli scaffali del supermercato, mi pare quasi di scorgerti, anima dolce e purissima! Un grande abbraccio amica e grazie perchè sai sempre illuminare il cuore! TVB Any

    RispondiElimina
  79. Non c'è niente da fare Ely, ogni volta mi stupisci con la tua dolcezza infinita. Il racconto è a dir poco commovente, intenso e romantico!!! Grazie per questo bel racconto che ci hai regalato. Un bacione

    RispondiElimina
  80. Sei cosi speciale Ely, poche persone sono come te... Un bacione ed un abbraccio...
    Michela

    RispondiElimina
  81. Cosa si può dire, tesoro mio? Hai un cuore infinito e il tuo animo è delicato e sensibile. Ogni tua parola è un tocco delicato e profondo. Deliziosa Ely....
    E poi dimmi, con un frutto nuovo, che "incontri" per caso, riesci a creare una delizia????? Ammettilo: non sei umana ^_^
    Perdona questo ritardo nel venirti a trovare, ma sono stati giorni molto impegnativi anche per me.
    Un abbraccio senza fine : *

    RispondiElimina
  82. ma che ingredienti sempre strepitosi..ma dove li trovi??

    RispondiElimina
  83. Che bella storia!Sei incredibile,carissima Ely!
    Un bacione forte da Grecia!

    RispondiElimina
  84. Rimango sbalordita all'idea che tu guadando un frutto, seppur così particolare, sei riuscita a inventare una storia così bella, così commovente. Sei veramente brava e quanto mi piacerebbe riuscire ad esprimere le mie emozioni, i miei sentimenti con le parole, così come fai tu. Hai tutta la mia ammirazione e che buona la tua crema vellutata, io non penso che dalle mie parti riuscirò mai a reperire questo frutto, ma ti ringrazio per avermelo fatto conoscere. Un abbraccio carissima e tanti auguri alla tua amica anche da parte mia

    www.pastaenonsolo.it

    RispondiElimina
  85. Siempre encuentro delicias en tu espacio.
    Bss de colores.

    RispondiElimina
  86. Il tuo animo così sensibile e delicato comunica storie struggenti e cariche di amore....lo stesso che riponi nel descrivere un frutto, una ricetta, o l affetto sincero verso una amica....felice di esserci ...sempre pronta a leggere le tue storie...bacio

    RispondiElimina
  87. Grazie cara, per questa leggenda legata al frutto di cherimoya. Deve essere molto buono, visto che è frutto di un amore intenso, immutevole e per sempre
    PS sto meglio, molto :)

    RispondiElimina
  88. Carissima, è un soffio di dolcezza e benessere venire qui da te! Le tue ricette sono così poetiche. Grazie anche di questa inspirazione, Ivy

    RispondiElimina
  89. Ely sono passata per un salutino. Un bacio grande grande <3

    RispondiElimina
  90. Ciao Ely sono passata per congratularmi della vincita.Un saluto caro

    RispondiElimina
  91. Cara Ely che dolcezza questa crema di frutta :-) complimenti per tutto!! un abbraccio

    RispondiElimina
  92. non so neanche se leggerai il mio commento visto il numero,ma almeno un saluto con bacione te lo devo, a presto

    RispondiElimina
  93. E' sempre bellissimo venire a trovarti e sentire una tua storia :) Fantastica questa crema!

    RispondiElimina
  94. Com'è triste e romantico questo racconto... hai un dono davvero grande: sai creare magiche storie e passare di qui riempie il cuore di serenità... un frutto sconosciuto, una ricetta speciale!
    Ti auguro un buon inizio settimana, a presto.

    RispondiElimina
  95. Ciao cara, ci sorprendi sempre con la tua fantasia in cucina e ... sul foglio bianco. Grazie e ti aspettiamo presto! Paola

    RispondiElimina
  96. Cara Ely quando immagino di assaggiare le tue preparazioni già sono in uno stadio parallelo, quello in cui mi portano i tuoi racconti, vellutati, e pieni di magia. Che è sempre trasportata dentro gli ingredienti che usi come la sinfonia di una favola incantevole. Tu incanti! un bacio forte e scusa anche me se non riesco ad essere sempre presente ma mi sei sempre nel cuore. E congratulazioni per la tua nuova collaborazione! un abbraccio mony***

    RispondiElimina
  97. Ciao Ely, era un po' che non passavo di qui! Un altro racconto bellissimo e struggente e un'altra ricetta originalissima. Questo frutto a forma di cuore commuove anche me, chissà cosa avrà voluto comunicarci Madre Natura regalandoci un frutto dalle fattezze così particolari. Ti abbraccio, carissima.

    RispondiElimina
  98. Mi sei mancata....soave e leggera come solo tu sai.... Le ali immaginarie che schiudi solo a chi senti piu affine...la gentilezza del tuo cuore che si apre a tutti, insitintamente. Il frutto lo conosco da quando vivevo in Francia ma non l'ho mai utilizzato...andiamo insieme li ad assagiarlo passeggiando per le vie di Parigi?^_^ je t'embrasse mon amie.... tvb <3 <3 <3

    RispondiElimina
  99. ciao ely, come va? scusami se sono sparita ma alterno giornate migliori ad altre pietose...che ricetta meravigliosa e benvenuta nel team di Taste&More! sono contenta che tu ne faccia parte...sei di una dolcezza assoluta! un abbraccio forte amica mia!

    RispondiElimina
  100. Ciao tesoro, mi sono commossa con la tua bella storia ... mi domando come ti vengono, hai una fantasia incredibile. Le tue storie sono sempre dolcissime e profonde, come te.
    Anche la ricetta mi sembra molto particolare e in effetti quel frutto non l'ho mai visto. Spero che torni presto perchè mi manchi tanto. Intanto ti abbraccio forte forte amica mia. ♥

    RispondiElimina
  101. Ciao. Scusami se passo solo ora. In questi giorni mi sono connessa poco e sempre di fretta. Invece mi fa bene passare da te perchè trovo sempre un'oasi di pace e sentimenti positivi. ogni volta rimango senza parole leggendo i tuoi racconti. Hai un animo sensibile e poetico e una profonda conoscenza di tante cose che generosamente e delicatamente ci doni. Non cambiare mai. Con affetto Manu.

    RispondiElimina
  102. riesci a farci sognare non solo con le ricette

    RispondiElimina
  103. Una commovente storia d'amore che mi ha colpita nel cuore... molto bella davvero
    Un abbraccio forte forte
    :*

    RispondiElimina
  104. quando non ti leggo mi manca qualcosa......sei unica !!!!!!!un abbraccio grandissimo....

    RispondiElimina
  105. ciao Ely, vorrei farti tantissimi complimenti per Taste & More e anche per il calendario della Mlal! Riprenditi, ricaricati di energie! Un abbraccio

    RispondiElimina
  106. Mamma mia che storia triste, però così immensamente romantica... Questo frutto lo sconoscevo completamente, grazie per avermi insegnato qualcosa di nuovo! Un abbraccio

    RispondiElimina
  107. Cara Ely, ho riletto oggi la tua storia e l'augurio che fai a Sabina... Splendido e sicuramente meritato!
    A presto,
    V

    RispondiElimina
  108. Complimenti per il blog.
    Ciao.
    http://coccinellecreative.blogspot.it/

    RispondiElimina
  109. wow, I was not here for a long time I missed, of course!
    But it's delicious, typically appears - now it's me you love my przebiłaś Ely <3
    Greetings, I'm falling for swimming ^ ^ / wow, non ero qui per lungo tempo ho perso, naturalmente!
    Ma è delizioso, appare in genere - ora sono io che amo il mio przebiłaś Ely <3
    Salve, sto cadendo per il nuoto ^ ^

    RispondiElimina
  110. Tesoro, mi sembra ieri che avevi pubblicato l'ultimo post e invece sono passati già 15 giorni... mi sembra impossibile. Soprattutto è impossibile come non riesca a trovare il tempo per fare le mille cose che ogni giorno mi riprometto.
    Mi manca un po' la quotidianità da blog.
    Leggere le tue storie è sempre una nota di dolcezza alla quale si rinuncia difficilmente.
    Un grande bacio tesoro!

    RispondiElimina
  111. Non conosco quel frutto, ma, mi incuriosisce molto. Cara Ely scusami se non passo spesso da te , ma so che mi capirai. Ogni volta comunque mi lasci sempre qualcosa dentro. Mi piacerebbe tanto avere un'amica come te. Bacioni

    RispondiElimina
  112. Olá, bom dia.
    Tomara que estejas bem.
    É o tempo que nos convida a recordar dos momentos, e fazer dos sonhos, cantos com ou sem rimas. São os sentimentos, que desperta na Alma, os desejos de cantar e conquistar. Ser, o que desejar ser. E assim, segue os olhares e os risos, quase sempre debochando do raiar de um novo contentamento.
    Abraços

    RispondiElimina
  113. ❥♫♪o°º

    Conheço graviola mas nunca imaginei doce ou geleia feitos de graviola... isso é novidade!
    Imagino que fique muito bom.
    Boa terça-feira!
    Boa Noite!
    o°º✿✿◠°•.¸

    RispondiElimina
  114. Stellina preziosa, che bello tornare a leggerti ! I tuoi scritti mettono ali robuste all'anima. Prima sei stata lontana dal web tu per mesi, poi io per altrettanti. Ma non voglio perderti. Un abbraccio tenerissimo

    RispondiElimina
  115. Ely riesci sempre a stupire e a commuovermi.. Manca la tua presenza!! :)

    RispondiElimina
  116. timando un dolcissimo abbraccio Ely, grande e soave!

    RispondiElimina
  117. Questo frutto è anche conosciuto come annona e si coltiva in alcune zone della Calabria e della Sicilia: da me trovi alcune ricette ....

    RispondiElimina
  118. Ely!!
    Mi sono persa alcuni tuoi post..che rabbia uffa...non ho tempo per seguire tutto e non mi piace...
    Mi mancano i tuoi racconti, il poterli leggere con calma, magari con una tazza di caffè fumante nella mano...il tempo, il tempo..mannaggia, non basta mai!
    Tu come stai?
    Lo sai che questo frutto non lo conoscevo???
    E le crepes alla quinoa del post precedente mi piacciono tantissimo...segnate, anche perchè ho giusto preso la quinoa sabato scorso!
    Ti abbraccio forte Ely e ti faccio i miei complimenti per Taste&More! Ti meriti un sacco di soddisfazioni amica!!!
    <3 Roberta

    RispondiElimina
  119. ciao Ely. Come va? Tutto ok? Qui a rilento, senza i tuoi racconti siamo perse! A presto. Bacioni!

    RispondiElimina
  120. Ely que te extrañaba :))
    Esta crema te ha quedado deliciosa!!!
    Un saludito

    RispondiElimina
  121. Da tanto non ti sentivo dolcissima Ely, spero che tutto proceda al meglio.
    Un forte abbraccio strizzoso e un grandissimo bacione.
    Mandi

    RispondiElimina
  122. Cara, mi affascina sempre il modo in cui riesci a trarre storie bellissime e ricche di particolari che denotano una grande cultura da un semplice ingrediente culinario... Un caro abbraccio e torna presto, ti aspettiamo

    RispondiElimina